Torna indietro

Scaldabagno elettrico migliore: Guida e Classifica 2024

Scaldabagno elettrico migliore: Guida e Classifica 2024

Top 5 scaldabagni elettrici selezionati da Comprissimo.it

Approfondimento prodotti o servizi
Indice dell'articolo

Tra le mura domestiche, sono tantissime le cose che bisogna gestire e mantenere sempre al massimo delle loro possibilità, in quanto moltissimi di questi fattori sono in grado di influire in maniera piuttosto prepotente sul modo di vivere e sulla qualità di vita generale. Tra questi “dettagli”, l’acqua calda domestica è probabilmente uno dei più importanti, un punto comune in ogni casa, che andrebbe sempre trattato con il dovuto rispetto.

Ad influenzare a sua volta quella che è appunto l’acqua calda domestica abbiamo lo scaldabagno elettrico, una delle potenziali soluzioni alla gestione ed alla produzione di acqua calda per la propria abitazione. Come sappiamo, gli scaldabagni alimentati elettricamente sono una delle principali varianti che si riscontrano in questo settore, caratterizzando alcune delle migliori modalità insieme all’alimentazione a gas ed a legna, che abbiamo già visto in altre guide.

Lo scaldabagno elettrico è tuttavia la soluzione più veloce tra le 3 modalità principali, in quanto sfrutta proprio la corrente elettrica e la sistemazione di resistenze apposite per raggiungere elevate temperature, anche in pochissimo tempo rispetto al momento dell’accensione esatta del dispositivo.

In commercio ci è dunque possibile trovare tantissime tipologie di scaldabagno elettrico, ognuna delle quali risulta perfetta per risolvere determinate problematiche che alcuni modelli potrebbero riuscire a non trattare correttamente. Il problema sta proprio nell’esecuzione della scelta: se state leggendo questa guida, molto probabilmente vi starete ritrovando un po’ in difficoltà nella scelta del migliore scaldabagno elettrico per la vostra casa, sommersi dalle decine di modelli che popolano il mercato.

Oggi abbiamo deciso di porre rimedio a questa situazione confusionale, andando a redigere la nostra solita classifica dei migliori 5 modelli di scaldabagno elettrico presenti, attualmente, sul mercato.

Uno sguardo più da vicino ai nostri 5 migliori scaldaacqua elettrici per il bagno

1
Ariston LE80

Scaldabagno elettrico Ariston

Scaldabagno elettrico Ariston

Migliore ad installazione sottolavello


  • Capacità - 10 litri
  • Potenza - 1200 kW
  • Temperatura massima - 78° C

Il primo modello di scaldabagno elettrico che vediamo all’interno della nostra classifica speciale è un prodotto realizzato da una delle migliori aziende in fatto di costruzione di elettrodomestici sanitari e di tipo idrico. Lo scaldabagno elettrico in questione è infatti stato realizzato da Ariston, uno dei brand più attenti di questo settore. Parliamo di uno scaldaacqua di medie capacità, concepito per essere installato sottolavello e per occupare meno spazio possibile.

Ciò, tuttavia, non significa che si tratti di un prodotto debole.

Parliamo di uno scaldabagno elettrico con una capacità di circa 10 litri, ottimo dunque per andare a coprire le necessità di un piccolo nucleo familiare o di un monolocale abitato da una coppia. Essendo alimentato direttamente via cavo elettrico, non richiede poi la sostituzione di batterie o di altre fonti di alimentazione, diminuendo notevolmente il bisogno di manutenzione diretta.

Tra i punti forti più importanti troviamo dunque la sua compattezza: parliamo di un modello dalle dimensioni di 49 x 46 x 60 cm, con un peso medio stimato di 7 kg. Questa combinazione lo rende leggero e facile da posizionare, facilità accentuata dalla completezza del kit fornito con la vendita.

Facile da utilizzare, questo Ariston è uno degli scaldabagni moderni più efficienti dal punto di vista energetico. Questo è stato infatti progettato per proporre delle ottime prestazioni di riscaldamento, ma andando a ridurre notevolmente l’impatto sull’ambiente e sui costi in bolletta, fattore molto importante per tantissimi utenti.

  • Pro
  • proPiccolo e facile da posizionare
  • proOttima temperatura massima
  • proEfficiente dal punto di vista energetico
  • Contro
  • controPoco capiente
2
Ariston LE80

Ariston Velis Evo 50L

Ariston Velis Evo 50L

Migliore scaldabagno elettrico multiposizione


  • Capacità - 50 litri
  • Potenza - 1500 kW
  • Temperatura massima - 70/80° C

Proseguiamo la nostra classifica dei migliori scaldabagni elettrici con un altro prodotto realizzato da Ariston, ossia il Velis Evo 50 L. Si tratta di uno scaldabagno che è decisamente più grande del modello visto nel paragrafo precedente, ma che offre comunque dei punti forti particolarmente interessanti, che possono dunque trasformare questo modello in una vera e propria manna dal cielo per tantissime case.

Si tratta dunque di uno scaldabagno di grande capienza, attestata appunto sui 50 litri, il quale si rende un’ottima scelta per nuclei familiari medio-grandi, anche di 3 o 4 persone. Nonostante sia decisamente più ingombrante del modello precedente, comunque, le funzioni che questo prodotto offre bilanciano sicuramente l’offerta.

Tra le particolarità più interessanti ricordiamo ad esempio il fattore “multiposizione“: questo scaldabagno può infatti essere posizionato sia in verticale che in orizzontale, andando quindi ad offrire all’utente diverse possibilità di inserimenti ed integrazione all’interno del proprio ambiente e dei propri spazi personali. Questo rende il prodotto molto versatile, e facilmente adattabile alle proprie esigenze.

Tra le funzioni che spiccano, poi, troviamo anche la modalità Eco Evo: questa funzione permette di gestire ed ottenere acqua calda solo in orari programmati, offrendo perciò una modalità che punta al risparmio energetico quando l’acqua calda non è estremamente necessaria. A questa funzione si somma anche la velocità di riscaldamento, che permette di conseguire una doccia calda nella metà del tempo rispetto ad altri modelli della concorrenza.

Pulito, semplice ed incredibilmente moderno.

  • Pro
  • proFattore multiposizione
  • proModalità di risparmio energetico
  • proCosto proporzionale all'offerta
  • Contro
  • controClasse di efficienza B
3
COMFEE' D80-15ED3

COMFEE' 30 L D30-15EVG1O

COMFEE' 30 L D30-15EVG1O

Migliore scaldabagno elettrico ad accumulo


  • Capacità - 30 litri
  • Potenza - 1500 kW
  • Temperatura massima - 60° C

In terza posizione (anche se tutti i prodotti che vedremo oggi sono validi allo stesso modo), abbiamo deciso di inserire un prodotto realizzato da un brand diverso dai soliti che si leggono quando si parla di scaldabagni e prodotti di questo genere. Lo scaldabagno elettrico di COMFEE’ è infatti un altro prodotto molto interessante in questo ambiente, in grado di rispondere alle diverse esigenze propinate dai vari modelli di abitazione.

In questo caso, parliamo di uno scaldabagno da muro ad accumulo, dalla capienza di circa 30 litri e con una resistenza in grado di raggiungere i 1500 kW di potenza media. Questo lo rende un dispositivo ottimo all’interno di monolocali o di abitazioni con pochi abitanti, dove anche gli spazi possono essere un po’ limitati. Le dimensioni di questo COMFEE’ sono infatti studiate appositamente per occupare poco spazio sopra il lavello, ottimizzando la gestione degli ambienti sanitari.

Parlando di modalità e prestazioni, in questo prodotto spicca ovviamente la modalità Smart & Eco. Grazie a questa impostazione, sarà possibile regolare e sfruttare l’acqua calda in maniera intelligente, andando ad adottare MSmartHome. Ciò permette di sfruttare le risorse in maniera intelligente, e di definire quindi un buon risparmio energetico. Interessante anche la modalità di super riscaldamento, la quale offre un +18% di acqua calda rispetto ai modelli classici.

Rispetto ad altri prodotti simili, questo può anche essere controllato vocalmente, grazie alla possibilità di associare lo scaldabagno agli assistenti vocali come Google Home o Alexa. Controllare e definire la temperatura, accendere o spegnere lo scaldabagno e controllare diverse altre funzioni solo con la voce: una vera e propria chicca direttamente dal futuro.

  • Pro
  • proPiccolo e facile da posizionare
  • proControllo vocale possibile
  • proModalità di risparmio energetico
  • Contro
  • controEsteticamente non molto ispirato
4
Ariston LE80

Ariston Lydos Plus

Ariston Lydos Plus

Migliore scaldabagno elettrico per capienza


  • Capacità - 80 litri
  • Potenza - 2000 kW
  • Temperatura massima - 80° C

Come avrete sicuramente notato, a caratterizzare questa speciale classifica dei migliori scaldabagno attualmente presenti sul mercato troviamo proprio il brand di Ariston, una delle migliori sicurezze in questo ambito. Nuovamente, parliamo dunque di un prodotto di questo marchio, ossia del Lydos Plus, uno dei migliori scaldabagni elettrici in assoluto se quello che state cercando sono potenza e capienza.

Ci troviamo di fronte ad un modello di ottima qualità, il più acquistato di questo mese su Amazon. Con una capacità di circa 80 litri ed una potenza stimata di 2000W, questo è probabilmente il modello più capiente e potente in assoluto all’interno di questa classifica, oltre che anche uno dei prodotti più moderni all’interno di questo ambiente.

Oltre ad essere quindi adatto a grandi gruppi di persone (anche 5 o 6, se l’acqua viene gestita bene), questo scaldabagno offre un controllo e dei comandi di ottima fattura. Grazie al pannello principale soft touch, infatti, la regolazione della temperatura avviene in maniera super semplice, facilitando anche chi è meno avvezzo nei confronti della tecnologia. Oltre a ciò, questo modello include anche tecnologie come il Water Plus, che offre il 16% in più di acqua calda rispetto ad altri modelli simili ed in tale fascia.

Il display principale è sicuramente importantissimo, in quanto indica statistiche fondamentali molto utili, come il numero di docce rimanenti che lo scaldabagno è in grado di supportare.

Come molti concorrenti, poi, questo modello offre anche una modalità ECO, che è in grado di capire in maniera intelligente le abitudini dell’utente e di adattare i riscaldamenti solo quando l’acqua calda è davvero necessaria, generando così un risparmio energetico molto interessante.

  • Pro
  • proVotato alla tecnologia;
  • proSuper potente e capiente
  • proModalità ECO intelligente
  • Contro
  • controPuò essere installato solo in Italia
5
Scaldabagno Ferroli Sky 11F

Ferroli Titano Twin

Ferroli Titano Twin

Migliore scaldabagno elettrico a doppio serbatoio


  • Capacità - 50 litri
  • Potenza - 1200 kW
  • Temperatura massima - 90° C

Tra le migliori opzioni che il mercato ci offre, infine, troviamo anche lo scaldabagno elettrico realizzato da Ferroli, ossia il Ferroli Titano Twin. Questo particolare scaldabagno elettrico risponde alle esigenze di chi richiede una migliore gestione delle quantità d’acqua, proprio perché questo modello si caratterizza – rispetto alla concorrenza – grazie alla presenza di un doppio serbatoio interno.

Parliamo dunque di uno scaldabagno piuttosto semplice, ma che offre comunque un elemento particolare molto diverso rispetto ad altri modelli. La presenza di questo doppio serbatoio è infatti il punto centrale dell’esperienza con questo articolo: grazie a questo, infatti, i vari scaldabagni Ferroli offrono una capacità intensa, da 30 fino a 100 litri, con una garanzia di 5 anni che permette di rimanere sicuri sul proprio acquisto a lungo termine.

Parlando di prestazioni e funzioni: questa doppia ripartizione accentua le prestazioni e migliora l’efficienza del riscaldamento, facilitando la richiesta e l’erogazione conseguente di acqua calda. Ciò permette di usufruire di una buona temperatura in davvero pochissimo tempo, anche quando uno dei due serbatoi comincia a svuotarsi.

Parlando poi anche di dimensioni e posizione, individuiamo in questo modello un’ottima geometria delle forme, cosa che permette all’utente di inserire questo scaldabagno dove meglio preferisce, anche in ambienti ridotti, grazie alla semplice posizionabilità dei ganci di attacco.

Interessante anche il comparto tecnico: resistenza elettrica e serbatoio interno sono realizzati secondo i brevetti “BLUE FOREVER”, i quali sono definiti appunto ultra-performanti. Oltre all’efficienza in potenza, questi sono anche caratterizzati da un particolare trattamento superficiale, il quale annienta quasi del tutto il rischio di formazione delle incrostazioni.

  • Pro
  • proCosto onesto
  • proPuò essere posizionato sia in verticale che in orizzontale
  • proDiverse capienze disponibili
  • Contro
  • controSecondo alcuni utenti, la resistenza non è molto resistente

Tabella di comparazione dei migliori scaldabagno elettrici

trofeo
1
Ariston LE80productAlt
Scaldabagno elettrico Ariston
trofeo
2
Ariston LE80productAlt
Ariston Velis Evo 50L
trofeo
3
COMFEE' D80-15ED3
COMFEE' 30 L D30-15EVG1O

Questo prodotto è disponibile solo nel suo sito ufficiale e non è disponibile la comparazione di prezzo

Capacità
10 litri50 litri30 litri80 litri50 litri
Potenza
1200 kW1500 kW1500 kW2000 kW1200 kW
Temperatura massima
78° C70/80° C60° C80° C90° C
Peso
7 kg21,7 kg25 kg20,5 kg25 kg
Dimensioni
46L x 60H cm50,6L x 77,6H cm44L x 44H cm50L x 78H cm46,2L x 97,1H cm
Scrolla qui

Cos’è e come funziona uno scaldabagno elettrico

Abbiamo dunque esplorato quelli che sono, al momento, i 5 migliori scaldabagno elettrici presenti sul mercato. Nonostante alla base di questi prodotti si trovi una meccanica piuttosto semplice ed immediata, in realtà può capitare di non essere pienamente coscienti del prodotto con cui si ha a che fare, andando quindi a scegliere un acquisto un po’ “alla cieca”.

scaldabagno scaldaacqua elettrico

Prima di scendere quindi nei dettagli di come si effettua una scelta, è importante per qualsiasi utente approfondire anche cos’è e come funziona uno scaldabagno elettrico, in maniera tale da essere pronti e preparati su un settore ampio ed importante come questo.

Partiamo dalle base: cos’è uno scaldabagno elettrico?

Uno scaldabagno elettrico è un dispositivo elettronico a resistenza che viene utilizzato per riscaldare l’acqua all’interno di abitazioni ed edifici, con lo scopo di offrire all’utente dell’acqua sempre calda abbastanza per docce, lavare i piatti, i vestiti e per tutte le attività che possono necessitare di acqua ad alta temperatura. Si tratta perciò di un macchinario installato comunemente un po’ dovunque, specie dove non è già presente un sistema nativo di riscaldamento dell’acqua.

Approfondiamo dunque la composizione tecnica di uno scaldabagno elettrico, andando a vedere più da vicino come funziona.

Com’è fatto uno scalda acqua elettrico

Uno scaldabagno elettrico, anche definito spesso come “scalda acqua elettrico”, è un dispositivo per il riscaldamento dell’acqua che sfrutta l’inserimento di specifiche resistenze in acqua stesso. Queste resistenze ricevono energia elettrica, che le riscalda oltre uno specifico limite, spesso appunto impostato direttamente dall’utente attraverso il pannello principale di comando.

Com'è fatto uno scalda acqua elettrico

Lo scaldabagno elettrico è dunque generalmente composto dall’unione di diversi elementi unici, la cui gestione contemporanea permette di ottenere i classici risultati a cui gli utenti sono abituati.

I componenti essenziali di uno scalda acqua elettrico sono i seguenti:

  • Serbatoio: si tratta – banalmente – del contenitore principale che immagazzina l’acqua da riscaldare. Un contenitore realizzato in acciaio o materiali simili, resistente alla corrosione ed alle alte temperature, il quale è progettato per mantenere la temperatura costante nel tempo;
  • Resistenza: la resistenza elettrica è il componente chiave di questo strumento, in quanto è proprio l’elemento riscaldante che eleva la temperatura. Si tratta di un conduttore metallico inserito all’interno dello scaldabagno, immerso nell’acqua, il quale viene riscaldato con lo scopo di alzare la temperatura dell’acqua che lo contiene;
  • Termostato: questo è un altro punto fondamentale della macchina, un dispositivo elettronico che permette di regolare la temperatura dell’acqua nello scaldabagno. Quando si arriva alla temperatura scelta dall’utente, il termostato blocca l’erogazione di corrente alle resistenze, stabilendo il limite fisso di temperatura oltre il quale non andare. Se la temperatura scende sotto il limite, il termostato riavvia il riscaldamento, per tornare alla temperatura impostata.

A questi elementi cruciali dello scaldabagno elettrico si sommano anche componenti come la valvola di sicurezza ed il pannello dei controlli. La prima è un punto importantissimo del prodotto, in quanto previene un eccesso di pressione all’interno del serbatoio. Il pannello dei controlli, invece, ospita i comandi che permettono all’utente di regolare le impostazioni di temperatura, accensione e spegnimento, termostato e altro ancora.

Differenze con gli altri scaldabagno

Un’altra informazione abbastanza interessante per chi deve approcciare l’acquisto di uno scaldabagno elettrico è quella che riguarda le differenze con gli altri scaldabagno, le altre tipologie principali di prodotto di questo tipo. Sul mercato, infatti, ci è possibile rintracciare diverse tipologie di scaldabagno, da quelli a gas a quella a legna, passando per i prodotti solari e quelli più moderni.

Ovviamente, lo scaldabagno elettrico differisce da questi sotto diversi aspetti:

  • Alimentazione: la fonte di energia impiegata essenzialmente con il dispositivo elettrico è proprio la corrente elettrica, che viene appunto utilizzata sostanzialmente per riscaldare le resistenze. Negli scaldabagno a gas, l’alimentazione principale sono gas butano o propano, mentre i dispositivi a legna impiegano appunto del legno apposito e speciale;
  • Efficienza energetica: gli articoli riscaldanti a base elettrica tendono ad essere meno efficienti dal punto di vista energetico, rispetto agli scaldabagni a gas o solari. Questo avviene soprattutto se l’elettricità alla base del meccanismo è generata da fonti non rinnovabili. Nonostante ciò, possono essere più convenienti da installare e utilizzare, specie in alcune situazioni, soprattutto in quelle zone dove non arriva la connessione naturale al gas;
  • Costi di funzionamento: altra differenza importante sta nei costi operativi degli scaldabagni elettrici, i quali soffrono di una particolare variabilità dovuta alle differenze dei prezzi dell’elettricità nelle varie regioni. Gli scaldabagni a gas possono in certi casi essere più convenienti, mentre in altre no.

 

Quando e perché scegliere uno scaldabagno elettrico

In alcune specifiche situazioni, dunque, lo scaldabagno elettrico potrebbe decisamente essere un prodotto interessante per l’utente, specie in quelle situazioni in cui l’alimentazione elettrica è l’unica alla quale ci si potrebbe appoggiare. Proprio per questo motivo, diventa importante comprendere quelle che sono le situazioni che potrebbero richiedere uno scaldabagno elettrico, e quali sono dunque i vantaggi di un prodotto del genere nel mercato di oggi.

Quando e perché scegliere uno scaldabagno elettrico

Cominciando dal “quando“: uno scaldabagno elettrico ha senso di essere acquistato nel momento in cui – nella propria abitazione – si dispone solo di alimentazione elettrica, e non è disponibile dunque un’alimentazione a gas. In questo caso, la scelta elettrica è sicuramente la più conveniente.

Oltre a ciò, comunque, non bisogna sottovalutare nemmeno i vari “perché“:

  • Lo scaldabagno elettrico è generalmente più semplice da installare, veloce ed immediato nell’utilizzo;
  • I costi iniziali sono spesso inferiori rispetto ad altre tipologie, generando un primissimo risparmio già al momento dell’acquisto;
  • La manutenzione è davvero molto semplice e ridotta, al contrario di quanto accade con i migliori scaldabagno a gas;
  • L’adozione di corrente elettrica è più sicura del gas, proprio perché non prevede combustione o emissione di gas.

 

Come scegliere il miglior scaldabagno elettrico

Conclusa questa parentesi importante relativa alle nozioni di base sugli scaldabagno elettrici, è giunto il momento propizio di mettersi in gioco, andando a vedere da vicino quelle che sono tutte le caratteristiche fondamentali che possono influenzare la scelta del proprio acquisto finale. Soprattutto quando si parla di sanitari, prodotti per la casa e cose di questo tipo, infatti, è fondamentale sempre andare ad analizzare da vicino tutte quelle che sono le caratteristiche comuni dei vari modelli, al fine di concentrare l’attenzione solo sui prodotti che rispondono meglio alle esigenze delle persone.

Anche nel caso dello scaldabagno elettrico, dunque, diventa imperativo osservare alcuni fattori essenziali, caratteristiche e necessità dell’utente che hanno un peso importante sulla scelta. Questo riveste un ruolo cruciale proprio perché, la grande varietà di modelli, spesso porta a risposte molto diverse nei confronti dei bisogni degli utenti, generando prodotti buoni per qualcosa e meno per altro.

Nel caso specifico dello scaldabagno elettrico, dunque, ci sono almeno 6 dettagli da tenere bene a mente, delle particolarità tecniche (e meno tecniche) che permettono agli utenti di conoscere in maniera chiara come un prodotto si comporta nei loro confronti e in quelli delle esigenze dell’abitazione, dell’edificio e del sistema di riscaldamento.

Calcola l’acqua calda necessaria

Il primissimo fattore da tenere bene a mente, durante la prima scrematura dei migliori scaldabagno elettrici, è proprio determinato dall’acqua calda necessaria all’interno della propria casa. Ogni singola abitazione, infatti, richiede un preciso quantitativo di acqua, il quale può essere determinante per la corretta gestione delle docce e delle precise necessità dell’utente.

Calcola l'acqua calda necessaria

Questo calcolo approssimativo è dunque una realtà piuttosto variabile, la quale è estremamente dipendente dalle abitudini di utilizzo dell’acqua e dal numero di persone che vivono in quella specifica abitazione.

Volendo fare un esempio: chi abita da solo, sicuramente utilizza l’acqua calda principalmente per la doccia e il lavaggio dei piatti. In questo caso, l’utente avrà sicuramente bisogno di meno acqua calda rispetto a una famiglia numerosa, dove più persone fanno la doccia e utilizzano gli elettrodomestici che richiedono acqua calda.

In linea generale, si dice che uno scaldabagno per una, o massimo due persone, debba offrire almeno 50 litri.

Eseguire questa considerazione, prima di esaminare i vari modelli presenti sul mercato, è di estrema importanza, proprio perché la scelta deve assolutamente tenere conto di quelle che sono le esigenze dell’utente e del suo nucleo familiare.

Capacità e dimensioni

Una volta determinata la quantità di acqua calda che si ritiene necessaria all’interno della propria abitazione, si può dunque procedere ad esaminare una delle principali caratteristiche di questi particolari prodotti, ossia capacità e dimensioni.

Risulta abbastanza intuitivo, infatti, che una volta comprese quelle che sono le quantità essenziali per la propria quotidianità, diventa molto più semplice analizzare la capacità di un modello di scaldabagno elettrico, in quanto diventa importante cercare un prodotto che riesca a coprire i bisogni manifestati in maniera semplice e diretta. La capacità, dunque, misura la quantità di acqua immagazzinabile all’interno dello scaldabagno, e resa dunque disponibile alla temperatura che si preferisce.

La capacità si misura perciò in litri: in media, gli scaldabagni “tradizionali” offrono almeno 50 litri di capienza, garantendo quindi una misura ottimale per coppie o persone che vivono da sole. Quando il numero di abitanti in una casa si alza, quindi, bisogna aumentare la capacità fino a coprire tutte le necessità.

A determinare un altro valore importante sono poi le dimensioni. In questo caso, seppur le dimensioni viaggino di pari passo con la capacità, questo carattere speciale aiuta l’utente a comprendere se un preciso modello può essere inserito nei propri spazi o meno. Uno scaldabagno molto grande avrà bisogno di spazio, mentre uno compatto sarà più facile da installare, ma offrirà sicuramente meno capienza.

Cercate di incastrare quindi le esigenze di spazio a quelle di capacità.

Tipologia

Altro importante fattore da non sottovalutare è quello relativo alla tipologia.

Tipologia

Mentre esistono varie tipologie di scaldabagni, in generale, è importante conoscere e concentrarsi sulle differenze specifiche dei modelli elettrici disponibili sul mercato. Questo perché, all’interno di questa categoria, si trovano diverse sotto-varianti, ognuna con caratteristiche uniche e prestazioni specifiche.

Vediamo insieme le principali tipologie di scaldabagno elettrico:

  • A serbatoio: si tratta della tipologia più comune, in cui l’acqua viene riscaldata ed immagazzinata all’interno di un serbatoio dedicato, all’interno del quale è spesso posta anche la resistenza. Parliamo di un serbatoio isolato termicamente, ideale per famiglie medie che necessitano di acqua calda erogata con un flusso più o meno costante;
  • Ad accumulo: questa particolare tipologia di serbatoio adotta dei metodi di conservazione dell’acqua molto simili agli scaldabagni a serbatoio. La differenza sta nel metodo di riscaldamento dell’acqua, che spesso può contare su fonti di energia rinnovabile. Questo tipo di scaldabagno è consigliato a famiglie numerose;
  • Istantaneo: questo scaldabagno, a differenza dei precedenti, riscalda l’acqua in maniera istantanea non appena questa passa attraverso l’unità. Non è presente un serbatoio, e questo li rende notevolmente più semplici da posizionare all’interno della propria abitazione. Nonostante questo, sono consigliati a singoli o coppie;
  • Termico: questa tipologia di scaldabagno sfrutta l’adozione di una pompa di calore, per riscaldare l’acqua. Si estrae calore dall’ambiente circostante, e lo si trasferisce nell’acqua. Richiedono molto spazio per essere posizionati, e sono consigliati soprattutto a chi cerca maggiore efficienza energetica.

 

Efficienza energetica

Quando si parla di scaldabagno elettrico, per un qualsiasi utente diventa fondamentale anche parlare di efficienza energetica.

Scegliere un prodotto che sia abbastanza efficiente, dal punto di vista energetico, è infatti molto utile soprattutto per limitare i costi a lungo termine (quelli in bolletta), ma anche per cercare di ridurre l’impatto ambientale che questo genere di tecnologie hanno sull’ecosistema. Per valutare l’efficienza energetica si può cominciare partendo dall’esame della classificazione, ossia del ranking attribuito al modello in oggetto che ne stabilisce proprio l’efficienza energetica.

Questo ranking (che va da A ad F), permette di distinguere i modelli a maggiore efficienza (A) da quelli più deboli (E, F e G).

Allo stesso tempo, gli scaldabagni che possiedono certificazioni energetiche come l’Energy Star sono progettati per massimizzare l’utilizzo dell’energia elettrica impiegata nel riscaldamento, andando a ridurre al contempo lo spreco generato in eccesso.

L’efficienza energetica si denota poi anche attraverso il prodotto stesso, e le sue tecnologie di controllo avanzate, come la programmazione intelligente della temperatura o l’isolamento termico.

Interessanti anche le varie modalità ECO, che offrono delle specifiche modalità di trattamento dell’acqua e della temperatura che puntano a ridurre consumi ed impatti sull’ambiente, con conseguenti vantaggi molto interessanti.

Termostato e controllo della temperatura

Altro punto fondamentale dell’intero processo di controllo ed esame del prodotto riguarda termostato e controllo della temperatura.

Termostato e controllo della temperatura

Il termostato è un dispositivo di tipo elettronico che nella maggior parte dei casi è installato come componente aggiuntivo nei vari modelli di scaldabagno elettrico. Il suo scopo è quello di regolare costantemente la temperatura dell’acqua all’interno del serbatoio, seguendo quelle che sono le indicazioni dell’utente e le sue impostazioni. Ciò permette di assicurare che la temperatura sia sempre al livello desiderato, evitando allo stesso tempo il surriscaldamento eccessivo dell’acqua o la discesa in picchiata verso una temperatura molto più fredda.

Se è presente un termostato, molto probabilmente saranno presenti anche dei comandi di controllo della temperatura. Attraverso i comandi dedicati, dunque, l’utente sarà in grado di impostare la temperatura massima alla quale lo scaldabagno dovrà arrivare: grazie all’implementazione del termostato, l’erogazione di corrente si arresterà non appena la temperatura avrà raggiunto l’impostazione scelta, e si riavvierà non appena il calore si dissiperà un po’.

Questo garantisce quindi stabilità e risparmio energetico.

Funzionalità aggiuntive

Infine, l’ultimo importante dettaglio che ogni utente dovrebbe considerare attentamente prima di compiere un qualsiasi acquisto è quello relativo alla presenza (eventuale) di funzionalità aggiuntive.

Le funzioni aggiuntive sono appunto una sequenza di funzioni, opzioni e particolarità della macchina che arricchiscono l’offerta ed il pacchetto acquistato, andando a permettere delle particolari azioni che possono essere interessanti per determinate categorie di utente.

Tra le funzionalità aggiuntive che più spesso si trovano nelle varie configurazioni di scaldabagno troviamo le programmazioni temporizzate, le modalità ECO, la possibilità di controllare l’apparato via assistente vocale, gli indicatori di consumo energetico, compatibilità con applicazioni esterne, autospegnimento e protezioni di vario genere contro il surriscaldamento.

Ovviamente, bisogna comunque ricordare che uno scaldabagno con tantissime funzioni aggiuntive avrà sicuramente un costo maggiore rispetto ad un modello standard.

Dove installare lo scaldabagno elettrico?

Conclusa l’analisi diretta del prodotto, attraverso tutti i punti chiave che abbiamo visto fino ad ora, una delle domande più comuni in assoluto degli utenti che acquistano uno scaldabagno è “dove installarlo?“.

Dove installare lo scaldabagno elettrico?

La scelta della posizione del proprio scaldabagno elettrico è un momento che dipende da tantissimi fattori, come lo spazio disponibile in casa, le dimensioni dello scaldabagno, le normative della propria zona di riferimento e le preferenze personali.

I luoghi più comuni sono:

  • Bagno/Lavanderia: si tratta dei luoghi in cui l’impiego di acqua calda è maggiore, e dove spesso è possibile trovare delle nicchie o dei supporti che sono pensati appositamente per l’installazione di uno scaldabagno. Questa posizione, inoltre, tende a ridurre la dispersione di energia e di calore, proprio perché i punti di accesso principali per l’acqua calda si trovano in queste stanze;
  • Garage: quando lo spazio all’interno della propria casa è limitato, moltissimi preferiscono installare uno scaldabagno in garage, oppure all’esterno della propria abitazione. Il punto in cui si inserisce lo scaldabagno, comunque, dev’essere ben ventilato e protetto dagli agenti atmosferici;
  • Ripostiglio: in moltissime situazioni, uno dei punti preferiti dagli utenti è il ripostiglio. Questo permette di installare lo scaldabagno su supporti dedicati, e di nascondere l’apparecchio alla vista di possibili ospiti. Ciò permette di rendere l’abitazione esteticamente più omogenea, a patto che il ripostiglio sia grande abbastanza da ospitare uno scaldabagno.

faq
Domande Frequenti

Staff di Comprissimo

Comprissimo.it è la tua guida fidata per le scelte migliori. Siamo una piattaforma di comparazione dedicata a semplificare le tue decisioni, offrendoti classifiche e recensioni di prodotti e servizi di alta qualità. Il nostro team di esperti lavora instancabilmente per garantirti risparmi di tempo, denaro e problemi, in modo che tu possa fare scelte informate con fiducia.