Torna indietro

Migliore Videocitofono senza Fili: i 5 TOP del 2023

Migliore Videocitofono senza Fili: i 5 TOP del 2023

Top 5 videocitofoni senza fili selezionati da Comprissimo.it

Approfondimento prodotti o servizi
Indice dell'articolo

Con il tempo che passa e le tecnologie che continuano a correre spedite verso la nuova costante crescita dei sistemi, praticamente qualsiasi tecnologia legata all’ambito della casa si è evoluta con gli anni, proponendo agli utenti costanti miglioramenti, aggiornamenti e nuove possibilità, che hanno reso il mondo un posto sempre più innovativo e pronto a migliorarsi.

Vi è mai capitato, quando sentite suonare il citofono, di sentire una vera e propria repulsione nell’alzarvi e controllare chi è? Questa è una delle tipiche sensazioni del passato, legate ad un modo “antico” ed ormai passato di concepire i sistemi citofonici ed il loro relativo controllo. I videocitofoni senza fili, a tecnologia wireless, sono la risposta evolutiva di questo settore, che elimina completamente questa sensazione di fastidio con una componente semplice ed ormai sempre presente nella vita delle persone: lo smartphone.

Spesso e volentieri, infatti, un moderno videocitofono senza fili permette di accedere alla diretta visione esterna attraverso un’app installata sul proprio smartphone, potendo così controllare a distanza chi si trova dall’altra parte del citofono senza doversi concretamente alzare dal divano di casa.

Un sistema moderno, innovativo e sicuro sotto diversi aspetti, il quale appunto offre una dinamica di comodità aggiuntiva ad un sistema di controllo che permette di essere attivato anche a distanza, quando ci si trova fuori casa, per verificare che sia tutto in ordine.

Un mercato, quello dei videocitofoni senza fili, che negli ultimi anni ha subito un piccolo boom, ampliandosi notevolmente ed abbracciando diverse tipologie di prodotto, nicchie di utenti, funzionalità e brand.

Confuso su cosa sia meglio per te?

Non preoccuparti: abbiamo analizzato e selezionato i 5 migliori videocitofoni senza fili per la tua casa.

Uno sguardo più da vicino ai nostri 5 migliori videocitofoni senza fili da esterno

1
TMEZON

TMEZON

TMEZON

Miglior videocitofono senza fili con infrarossi


  • Connettività - Wireless, Cablata
  • Caratteristica speciale - Registrazione
  • Risoluzione video - 1080p

Il primo videocitofono senza fili che consigliamo all’interno della nostra classifica dedicata è il modello monofamiliare di TMEZON, un particolare videocitofono senza fili wireless con tecnologia cablata che permette di registrare i contenuti video e di implementare una comoda tecnologia ad infrarossi, cosa che offre dunque la possibilità di visionare all’esterno anche in caso di buio eccezionale.

Parliamo di un interfono a montaggio a scatola con risoluzione fino a 1080p, dotato di applicazione dedicata per il controllo. L’app è uno dei punti più interessanti di questo prodotto, in quanto non solo permette di ricevere le immagini provenienti dal videocitofono, ma persino di adottare lo smartlock, per aprire o chiudere la porta a distanza. L’interfono e l’app possono infatti essere collegati a tutti i principali sistemi di serratura elettronica, ottenendo così un prodotto completo, valido e adattabile a diverse esigenze.

La telecamera integrata nella scocca principale adotta un angolo di visione fino a 100° – ottimo quindi in visione laterale – che di comunione con il visore a infrarossi permette di agire direttamente su ciò che sta di fronte alla camera, con una visione completa e mai limitata.

Un altro dei punti interessanti di questo agglomerato tecnologico è dato dalla presenza del WiFi: questo permette di associare in maniera veloce lo smartphone, e di connettere persino altri 3 monitor di supporto (HD only) con comunicazione bidirezionale. Questi punti si uniscono bene alla tecnologia di memorizzazione dei contenuti (con scheda SD), la quale permette di registrare i contenuti video non appena si percepisce un movimento, grazie al sensore integrato.

Facile da installare e funzionale sotto diversi aspetti, ottimo dunque per una famiglia.

  • Pro
  • proTecnologia WiFi
  • proRegistrazione dei video
  • proVisione notturna
  • Contro
  • controNecessaria una connessione cablata tra campanello e schermo
2
EZVIZ

EZVIZ DP1C

EZVIZ

Miglior videocitofono senza fili con immagini fino a 3 metri


  • Connettività - Wireless
  • Caratteristica speciale - Visione notturna in profondità
  • Risoluzione video - 720p

In seconda posizione troviamo un modello di videocitofono che, sotto alcuni aspetti, sembra essere simile al modello presentato nel paragrafo precedente. Il videocitofono senza fili proposto da EZVIZ è un videocitofono di media gamma, il quale offre agli utenti un servizio completo ma comunque non eccezionale per quanto riguarda la risoluzione tecnica delle immagini.

Questo apparecchio permette infatti di ricevere le immagini a 720p, uno standard che oggi si attesta su un livello medio basso. Al di là di ciò, comunque, si tratta di un prodotto abbastanza valido, e adesso vedremo perché.

Questo videocitofono è consigliato soprattutto a chi desidera avere una visione completa dell’ambiente antistante la propria porta, grazie alla telecamera grandangolare fino a 104° e l’ottimizzazione delle immagini catturate fino a 3 metri di fronte allo spioncino digitale. Le immagini vengono catturate in maniera chiara e precisa, senza dunque distorcere troppo gli elementi e rendendo la comprensione generale di ottimo livello.

Questo citofono è alimentato da una batteria da 4600 mAh, con una durata attestata a circa 3/5 mesi di utilizzo costante senza la necessità di una ricarica.

Una delle feature più interessanti di questo prodotto è il meccanismo di registrazione dei contenuti video. Questo, infatti, non si attiva nel momento in cui percepisce un movimento, ma bensì nel momento esatto in cui viene suonato il campanello, fornendo quindi uno storico delle persone che hanno effettivamente citofonato, sia quando l’utente primario è in casa che quando questi si trova all’esterno.

Attraverso l’app è dunque possibile anche comunicare con chi sta dall’altra parte del citofono, e indicare istruzioni su appuntamenti, presenze e tantissimo altro.

Nonostante la registrazione diretta non sia collegata al movimento, il citofono permette comunque di impostare la funzione di registrazione video ogni qualvolta si rilevano dei movimenti sospetti o fuori dal normale.

  • Pro
  • proImmagini catturate fino a 3 metri
  • proComunicazione live
  • proRegistrazione al suono del campanello
  • Contro
  • controRisoluzione a 720p
3
Eufy Security

Eufy Security

Eufy Security

Miglior videocitofono senza fili in 2K


  • Connettività - Wireless
  • Caratteristica speciale - Audio bidirezionale
  • Risoluzione video - Fino a 2K

Una delle migliori soluzioni in campo di videocitofoni è quella proposta da Eufy, uno dei brand più conosciuti quando si parla di tecnologia di visione esterna wireless e cablata allo stesso tempo. In questo caso, infatti, parliamo di un videocitofono aggiuntivo (e dopo scopriremo perché) che può essere sia alimentato da una batteria – fino a 6 mesi di autonomia – sia da una connessione cablata diretta, che elimina il limite di tempo.

Al di là di questo, comunque, parliamo di un videocitofono che punta tutto sulla qualità delle immagini, offrendo all’utente un sistema di cattura dei frame che è in grado di registrare contenutistica anche fino a 2K di risoluzione, grazie all’obiettivo Sony con obiettivo professionale montato di default sull’apparato. Tale obiettivo garantisce una vista totale, che copre anche gli angoli che solitamente sono oscurati e difficili da vedere con altri modelli.

Si adatta automaticamente alla luminosità, integrando anche un comodo sistema di flash e visione notturna, garantendo quindi la massima visibilità in tantissime condizioni.

Come anticipato, questo è tuttavia un videocitofono aggiuntivo: va infatti considerato come un supplemento in connessione obbligatoria richiesta con HomeBase 2, il dock di controllo principale di Eufy compatibile con i suoi stessi sistemi.

Al netto di questa piccola necessità, parliamo comunque di un videocitofono senza fili estremamente valido, regolabile e gestibile anche tramite app: da qui è possibile modificare le impostazioni relative alla registrazione dei contenuti video, rispondere al campanello da remoto in qualsiasi momento e verificare tutte le statistiche più interessanti direttamente dal proprio smartphone.

Solido, sicuro e protetto da aggressioni esterne.

  • Pro
  • proRisoluzione fino a 2K
  • proControllo tramite APP
  • proObiettivo Sony
  • Contro
  • controConnessione obbligatoria con HomeBase2 di Eufy
4
Ctronics

Ctronics

Ctronics

Miglior videocitofono senza fili con batteria da 10.000 mAh


  • Connettività - Wireless
  • Caratteristica speciale - Visione notturna
  • Risoluzione video - Fino a 2K

Altra scelta comune degli utenti quando si parla di prodotti per la visione al di fuori della propria porta principale è il videocitofono proposto da Ctronics, un modello piuttosto semplice nella proposta che si offre come un videocitofono il cui vantaggio principale risulta connesso alla batteria. Si tratta infatti di un citofono alimentato da un modulo da 10.000 mAh, il quale permette di contare sul supporto di questo videocitofono praticamente all’infinito, senza richiedere la necessità di una ricarica.

L’installazione è molto semplice e non prevede l’inserimento di cavi: si collega al proprio schermo tramite wireless, offrendo contemporaneamente una buona funzione di registrazione dei contenuti ed una buona qualità complessiva nella resa dell’immagine. L’obiettivo integrato permette infatti di catturare immagini fino a 2K di risoluzione, caratterizzando dunque un prodotto molto semplice ma comunque piuttosto efficace in fatto di qualità visiva generale.

Attraverso le impostazioni è possibile poi attivare o disattivare la funzione di registrazione dei contenuti, che permette di catturare quello che succede davanti all’obiettivo quando questo rileva una presenza maggiore di un secondo di fronte alla porta. Sfruttando l’angolo di ripresa fino a 135°, dunque, questo videocitofono permette di comprendere correttamente chi o cosa si trova di fronte alla porta, senza far sapere a questa persona se l’utente si trova in casa o meno.

Attraverso l’app è possibile dunque verificare lo status, comunicare all’esterno e modificare tutte le impostazioni principali del citofono, oltre che registrare un messaggio di massimo 30 secondi da mettere in play in automatico – in determinate situazioni – quando non è possibile rispondere.

  • Pro
  • proBatteria potentissima
  • pro2K di risoluzione
  • proImpostazioni interessanti e registrazione messaggio di assenza
  • Contro
  • controLe scorte sono spesso esaurite
5
VIMAR Kit Doorbell

VIMAR Kit Doorbell

VIMAR Kit Doorbell

Miglior videocitofono wireless compatibile con Alexa


  • Connettività - Wireless
  • Caratteristica speciale - Visione notturna
  • Risoluzione video - 4 mpx

Infine, come ultimo consiglio all’interno della nostra classifica dedicata ai migliori videocitofoni senza fili troviamo la proposta in kit di VIMAR, uno dei brand più conosciuti all’interno dell’ambito legato alla visione casalinga. Si tratta di un kit completo composto da un videocitofono a campanello intelligente, con una risoluzione massima fino a 4 megapixel e connessione semplificata a smartphone e dispositivi esterni di questo genere.

Questo specifico videocitofono permette di catturare immagini sfruttando l’obiettivo con angolo di visione fino a 160°, integrando la memorizzazione dei contenuti video all’interno di una scheda SD (esterna) fino a 8GB di memoria complessiva.

Alimentato a corrente (senza batteria), permette anche di impostare i comandi di apertura e automazione cancelletto, rendendosi dunque più agevole soprattutto quando si parla di questo genere di abitazioni. Uno dei punti forti è dunque l’integrazione con la tecnologia a distanza degli smartphone, attraverso i quali è possibile controllare la visione esterna e rispondere a chi si trova al di là dell’obiettivo in pochissimi passi.

La connettività è ulteriormente accentuata dalla compatibilità con gli assistenti vocali, come ad esempio Alexa. Grazie a questo livello di connessione, è possibile controllare semplicemente con la voce tutte le funzioni principali del videocitofono, come l’apertura o la comunicazione, la registrazione o la cancellazione dei dati interni. In sostanza, dunque, questo kit videocitofono punta tutto sull’usabilità, rendendosi semplice ed articolato al tempo stesso, senza però nuocere.

  • Pro
  • proKit completo alimentato via cavo
  • proCompatibile con Alexa
  • proSD Esterna fino a 8 GB
  • Contro
  • controLe istruzioni sono disponibili solo online

Tabella di comparazione dei migliori videocitofoni wireless

trofeo
1
trofeo
2
trofeo
3
Ctronics
Ctronics

Questo prodotto è disponibile solo nel suo sito ufficiale e non è disponibile la comparazione di prezzo

VIMAR Kit DoorbellproductAlt
VIMAR Kit Doorbell
Connettività
Wireless, CablataWirelessWirelessWirelessWireless
Caratteristica speciale
RegistrazioneVisione notturna in profonditàAudio bidirezionaleVisione notturnaVisione notturna
Risoluzione video
1080p720pFino a 2KFino a 2K4 mpx
Dimensioni
‎25 x 15 x 5 cm‎11,5 x 8,5 x 2,4 cm‎10,7 x 5,7 x 5,7 cm5,08 x 2,79 x 13,46 cm5,2 x 2,45 x 13,3 cm
Peso
1,36 kg343gN/D265 g450 g
Scrolla qui

Videocitofono senza fili: perché sceglierlo?

Abbiamo dunque sviscerato tutte quelle che sono le funzioni principali dei migliori videocitofoni wireless al momento presenti sul mercato. Si tratta di una sorta di “plus” all’interno del proprio modo di vivere, quella piccola chicca tecnologica che è in grado di rivoluzionare un elemento tanto semplice e facile da utilizzare come potrebbe essere un citofono.

Essendo dunque un prodotto che, da molti, viene ancora considerato come “di contorno”, viene da chiedersi: perché scegliere un videocitofono senza fili?

Videocitofono senza fili: perché sceglierlo?

La risposta, in questo caso, è da ricercare nel fattore comodità che questi prodotti sono pensati per soddisfare.

Come abbiamo visto, infatti, i principali videocitofoni senza fili inglobano nella loro formula un ampio livello di comodità, il quale permette di svolgere la maggior parte delle operazioni relative a distanza, spesso da remoto attraverso uno smartphone, o addirittura implementando la tecnologia degli assistenti vocali.

I videocitofoni senza filo, inoltre, sono sempre dotati di una buonissima tecnologia visiva, la quale permette appunto di visionare correttamente chi e cosa si trova di fronte allo spioncino, ottenendo dunque una panoramica corretta ed in tempo reale di ciò che si svolge davanti alla porta. Questo porta quindi anche ad un motivo di sicurezza, essendo appunto possibile monitorare a volte i movimenti sospetti e registrare i contenuti video in maniera tale da conservare sempre una traccia concreta di ciò che accade davanti all’uscio di casa propria.

Comodità e sicurezza sono i principali motivi che potrebbero condurre all’acquisto di un videocitofono senza fili, anche se non bisogna nemmeno trascurare l’esigenza di fare un upgrade. Soprattutto nelle abitazioni più vecchie, infatti, i sistemi citofonici possono essere piuttosto datati, con tutte le conseguenze del caso: scarsa sicurezza, suono vecchio e fastidioso o problemi di vario tipo.

Installare un nuovo videocitofono senza fili migliora comfort ed usabilità, spingendo in avanti il valore dell’abitazione stessa.

 

Come funziona un videocitofono wireless

Se le motivazioni che portano alla scelta di un videocitofono wireless sono tante, è chiaro come alcuni – tuttora – non siano concretamente coscienti del giusto funzionamento di questo tipo di apparecchio. I videocitofoni wireless sono degli strumenti molto acquistati, e nonostante la varietà sia davvero ampia in questo settore, le funzionalità tipiche di questi prodotti sono sempre abbastanza simili tra di loro, permettendo dunque di avere un quadro chiaro delle funzioni già prima dell’acquisto.

Come funziona un videocitofono wireless

In linea generale, quindi, come funziona un videocitofono wireless?

Il videocitofono senza fili è un articolo avanzato che funziona, solitamente, senza prevedere un cablaggio per la connessione tra campanello, spioncino e schermo di visione, che permette appunto di controllare attraverso le immagini chi si trova dall’altra parte della camera. I segnali che veicolano le immagini vengono infatti trasferiti dall’unità esterna a quella interna attraverso tecnologia wireless o WiFi, appoggiandosi dunque sulla rete di casa.

Le immagini sono riprese in diretta, e trasmesse sul dispositivo che viene utilizzato per la visione coerente. Questo dispositivo è, di solito, uno schermo compatibile con la camera che riprende le immagini, anche se spesso e volentieri è possibile ricevere i video direttamente sul proprio smartphone, attraverso la connessione diretta tra applicazione proprietaria e dispositivo. L’applicazione proprietaria permette, solitamente, di gestire tutto a distanza, senza doversi muovere di un centimetro, andando dunque a gestire le immagini in entrata, la risposta alla persona che suona il campanello, eventuali cloud di memoria, le impostazioni di registrazione e tanto altro ancora, in base al dispositivo.

Il video viene ripreso attraverso lo spioncino digitale, composto da un obiettivo di vari livelli. Si parte dunque da una risoluzione minima di 720p (al di sotto, sconsigliamo l’acquisto), fino ad arrivare a prodotti in grado di registrare video in 2K, 4K o 4 mpx.

L’installazione è spesso semplice, veloce ed immediata, illustrata in maniera chiara e semplice nel pratico foglio delle istruzioni.

 

Come scegliere il videocitofono senza fili migliore

Nonostante le funzioni di base siano sempre, più o meno, le stesse, rimane il fatto di come i vari modelli proposti dalle diverse case di produzione presentino delle differenze importanti, le quali potrebbero dunque impattare sui risultati finali o sulle preferenze dell’utente che vi si sta approcciando. Soprattutto quando state per effettuare questo acquisto per la prima volta, dunque, sarebbe necessario andare a valutare una serie di fattori, i quali possono dunque avere un impatto significativo sulla scelta da compiere.

Si tratta di fattori relativi alle prestazioni, alla semplicità del prodotto in sé, così come alle possibili funzionalità aggiuntive che un pacchetto potrebbe includere o meno.

Come scegliere il videocitofono senza fili migliore

In fatto di prestazioni, ad esempio, sarebbe intelligente andare a valutare componenti come la qualità video, la quale determina con quale effettiva risoluzione sarà possibile visualizzare le immagini catturate dalla camera. Allo stesso tempo, trattandosi di dispositivi wireless, potrebbe essere interessante osservare anche le capacità di distanza operativa, la facilità nell’installazione dell’apparecchio e le funzioni aggiuntive incluse nel pacchetto, che possono perciò arricchire l’esperienza con delle novità molto interessanti.

Anche tu sei in crisi durante il processo di scelta?

Scopriamo insieme come scegliere il videocitofono valutando questi pochi ma utilissimi aspetti.

 

Qualità video

La qualità video è il primo fattore da valutare quando si parla di videocitofoni senza fili. Si tratta di un aspetto cruciale all’interno di prodotti come questi, proprio perché il loro funzionamento e la loro peculiarità si basano proprio sulla possibilità di poter contare su elementi video, visivi ed immagini nitide. Chi acquista un videocitofono desidera infatti poter vedere bene tutto quello che si trova dall’altra parte dello spioncino, senza dover arrivare a compromessi.

Qualità video videocitofono wireless

In questi casi, per avere un’idea chiara di quelle che sono le possibilità del prodotto che state valutando, osservate i dati legati alla risoluzione della camera integrata nel videocitofono. Solitamente, la risoluzione minima da cui avrebbe senso partire è quella standard dei 720p, grazie ai quali si ottiene un’immagine normale, a ridotto consumo energetico per il trasporto del segnale, ma tuttavia non di certo il massimo in quanto a chiarezza e precisione, con rischi di distorsione soprattutto per le lunghe distanze.

I videocitofoni in HD sono sicuramente la scelta migliore (1080p di risoluzione), in quanto inquadrano bene le esigenze di qualità dell’immagine e le inseriscono nel contesto ad un costo abbordabile, senza dunque eccedere. I macchinari con questa risoluzione sono anche i più scelti dagli utenti, poiché permettono di ottenere un’immagine vivida di quello che è di fronte alla porta e – in base al modello – si è spesso anche in grado di distinguere bene cosa si trova più lontano.

Andando oltre questo valore troviamo i videocitofoni dai 2K a salire, i quali sono ovviamente la scelta migliore quando si cerca il top in fatto di qualità dell’immagine. In questi casi, tuttavia, bisogna comunque tenere presente come i costi potrebbero essere decisamente più elevati.

 

Distanza operativa

Altro fattore decisamente importante nella selezione di un videocitofono è quello relativo alla distanza operativa, che definisce la gamma di copertura all’interno della quale avviene una trasmissione fluida e senza problemi dei vari segnali. Tale distanza intercorre solitamente tra il videocitofono in sé e per sé e la stazione operativa, che di solito è anche quella che riceve le immagini catturate dalla camera frontale.

Questo valore ha un’importanza cruciale nel procedimento di selezione del prodotto, in quanto permette di comprendere come sistemare l’apparecchio all’interno del proprio ambiente, in quale sezione della casa si adatta meglio e come inserirlo per agevolare la sensazione di comodità che questi prodotti sono soliti ricercare. Solitamente, la stazione con lo schermo viene posizionata nelle vicinanze dell’ingresso, ma è chiaro che trattandosi di dispositivi wireless è possibile inserire questo elemento in altre stanze della casa.

Distanza operativa videocitofono wireless

Ci sono casi, ad esempio, in cui l’utente preferisce inserire la stazione principale all’interno del proprio studio di lavoro, vicino alla propria postazione da computer, ad esempio, in maniera tale da avere costantemente una visione precisa di ciò che accade davanti alla porta, rimanendo nel punto in cui si passa più tempo in assoluto.

Maggiore è la distanza operativa e maggiori saranno le opportunità all’interno dei vari ambienti.

Al di là di ciò, il termine “distanza” potrebbe indicare – in alcuni modelli – la distanza che la telecamera riesce a coprire correttamente con il proprio obiettivo, così come la distanza massima che può intercorrere tra la stazione principale e il proprio smartphone, connesso via app.

 

Facilità d’installazione

Banalmente, altro dettaglio importante per quanto riguarda l’acquisto finale di un videocitofono senza fili riguarda la facilità d’installazione del prodotto stesso. Questi sono infatti prodotti che devono essere spesso installati direttamente dall’acquirente, senza offrire dunque sei servizi di montaggio offerti dalla casa produttrice o dai venditori. Nonostante possa sembrare uno svantaggio, in realtà permette di risparmiare parecchio sui costi.

I dispositivi sono infatti spesso molto semplici da installare e montare, anche perché vengono venduti predisposti ad un’installazione veloce e secondo le istruzioni indicate nel foglio illustrativo. Valutate dunque i vari procedimenti richiesti per installare il videocitofono, e valutate se il procedimento complessivo è effettivamente alla vostra portata o meno.

Facilità d'installazione videocitofono wireless

Trattandosi di prodotti che hanno lo scopo di migliorare e rendere più comoda la vita, andarsi ad impelagare con un’installazione complessa non ha senso, andando a rovinare – potenzialmente – l’intera esperienza con il prodotto in questione.

I dettagli sull’installazione sono spesso presenti online, all’interno delle schede prodotto, anche se è comunque sempre possibile rivolgersi all’assistenza clienti per ottenere delle delucidazioni.

 

Funzioni extra (visione notturna, collegamento app etc.)

Infine, l’ultimo dettaglio che potreste osservare quando acquistate un prodotto di questo genere è quello delle funzioni extra, le funzioni aggiuntive che hanno lo scopo di arricchire totalmente l’esperienza aggiungendo qualcosa di nuovo, innovativo o di complementare in base all’utilizzo che si deve fare di quello specifico citofono.

Tra le funzioni extra più gettonate, ad esempio, ricordiamo la visione notturna, la quale sfrutta la tecnologia con emettitori ad infrarossi per tradurre le immagini e renderle chiaramente visibili anche in condizioni di buio o scarsa illuminazione generale. Questa è una funzione utile quando si vuole mantenere vigile la propria sorveglianza anche di notte, e per avere uno sguardo in più sul fronte della propria abitazione quando il sole cala.

visione notturna videocitofono

Tra le altre funzioni aggiuntive ricordiamo poi la possibilità di collegare il videocitofono ad un’app proprietaria, e dunque anche tutte le funzionalità garantite da tale collegamento. In base all’app, infatti, sarà possibile parlare direttamente all’interfono, rispondere ed aprire la porta, o ancora registrare un messaggio da mettere in play quando non si è in casa. Altra funzione tipica, in questo contesto, è la consultazione dei video registrati nella memoria, catalogati per data e ora.

Osservate bene le funzioni che sono garantite con il pacchetto e scegliete quello che meglio si adatta alle vostre esigenze.

faq
Domande Frequenti

Staff di Comprissimo

Comprissimo.it è la tua guida fidata per le scelte migliori. Siamo una piattaforma di comparazione dedicata a semplificare le tue decisioni, offrendoti classifiche e recensioni di prodotti e servizi di alta qualità. Il nostro team di esperti lavora instancabilmente per garantirti risparmi di tempo, denaro e problemi, in modo che tu possa fare scelte informate con fiducia.