Torna indietro

Migliori forni per pizza: Guida e Classifica TOP 10

Migliori forni per pizza: Guida e Classifica TOP 10
Indice dell'articolo
Indice dell'articolo

Che dir si voglia, in pochi sanno davvero di no ad una bella pizza.

Si tratta di uno degli alimenti più caratterizzanti della cultura alimentare Italiana, ed uno dei principali piatti della tradizione esportati e realizzati all’estero, in tutto il mondo. La pizza è un cibo di convivialità, che mette d’accordo tutti senza alcun tipo di esclusione. Questo incredibile carattere socializzante permette alla pizza di inserirsi in migliaia di contesti differenti, permettendo a chi la propone di non sfigurare mai.

C’è chi la pizza la apprezza tanto fuori a cena, in una bella pizzeria del centro città, ma c’è anche chi preferisce rimboccarsi le maniche, mettere le mani in pasta e realizzare una pizza fatta in casa.

Come aiutarsi quando lo scopo è proprio quello di preparare la propria pizza da soli?

I forni per pizza sono strumenti fondamentali quando si parla della realizzazione personale di questo particolare piatto. Sono strumenti concepiti appositamente con questo scopo, i quali riescono a maturare una cottura che riesca (sotto diversi punti di vista) a sviluppare tutte le fondamentali caratteristiche di un’ottima pizza, dal cornicione alto alla pasta soffice e densa.

Se stai leggendo questo articolo, dunque, molto probabilmente sei intenzionato ad acquistare un forno per pizza, ma non sei ancora completamente sicuro su quale modello (o tipologia) scegliere per la tua attività casalinga.

Noi di Comprissimo sposiamo appieno la voglia di fare le cose da sé, e proprio per agevolarti in questa tua scelta abbiamo deciso di redigere la nostra personale classifica dei migliori 7 forni per pizza. Analizzeremo i pro e i contro di ciascun modello, e vedremo successivamente una semplice guida all’analisi per comprendere quale modello sposi meglio le proprie necessità.

Iniziamo subito!

Migliori forni per pizza da casa per tipologia del 2023

Top 7 forni per la pizza selezionati da Comprissimo.it

Mostra altro

Uno sguardo più da vicino ai nostri 7 migliori forni per pizza a casa

1
Ariete Vintage

Ariete 909

Ariete 919

  • Potenza - 1200W
  • Dimensioni - 34 x 30 x 19 cm
  • Peso - 1,13 kg

Il forno per la pizza che si guadagna meritevolmente il nostro primo posto nella classifica di oggi appartiene ad uno dei brand più famosi – in Italia – per quanto riguarda la produzione di elettrodomestici per la cucina. Questo Ariete 909 è infatti la combinazione perfetta tra prezzo, prestazioni, dimensioni ed efficacia nella cottura della pizza, tanto da essere attualmente il prodotto più venduto su Amazon di questa categoria.

Stiamo parlando di un forno per pizza ad alta qualità, con una potenza media stimata di circa 1200W e la capacità di raggiungere circa i 400° C di temperatura massima, definendo dunque un rapporto cottura incredibilmente rapido e stabile.

Tra i punti forti che caratterizzano questo prodotto troviamo sicuramente la scelta dei materiali che rappresentano il piano. In questo caso, infatti, l’Ariete 909 vanta un ottimo piano in pietra refrattaria, che garantisce un miglioramento notevole della cottura, fino a renderla molto più uniforme, veloce e costante. Questo migliora incredibilmente il trattamento dell’impasto, che viene cotto interamente alla stessa maniera.

La pietra refrattaria è realizzata con materiali incredibilmente resistenti al calore, ed è proprio questo fattore che permette al forno di raggiungere temperature così alte, e di cuocere in pochi minuti.

Il forno di Ariete è stato perciò realizzato per garantire efficacia e semplicità: facilissimo da utilizzare, infatti, si rende perfetto sia per le pizze surgelate (cottura stimata: 5 minuti) che per le pizze tradizionali ad impasto fatto in casa. Inoltre, questo piccolo fornetto può anche essere utilizzato per la cottura di toast, panzerotti, torte salate e qualsiasi altro alimento che abbia semplicemente bisogno di essere scaldato.

  • Pro
  • proBrand efficiente ed affidabile
  • proCottura veloce
  • proPietra refrattaria che migliora i risultati di cottura
  • Contro
  • controEssendo il più venduto, spesso si esauriscono le scorte

2
G3 Ferrari

G3 Ferrari

G3 Ferrari

  • Potenza - 1200W
  • Dimensioni - 34,5P x 33l x 21H cm
  • Peso - 5,9 kg

La seconda posizione della nostra classifica è ricoperta da un prodotto davvero incredibile, interessante sotto diversissimi aspetti e sicuramente una delle soluzioni migliori che si possano acquistare per arricchire la propria dotazione in cucina. Stiamo parlando del forno per pizza G3 Ferrari, il miglior forno per pizza Ferrari al momento presente sul mercato.

Il G3 di Ferrari è un forno per pizza a cottura automatica, con un controllo generale fornito da una comoda manopola sulla piastra principale. Questo forno è infatti dotato di un ottimo termostato, in grado di raggiungere e proporre i 400° C in totale. Realizzato con doppia pietra refrattaria sulla piastra inferiore e una potente resistenza su quella superiore, questo forno è in grado di gestire delle ottime cotture in appena 7 minuti complessivi, fornendo al risultato i connotati di una cottura in pietra tradizionale.

Questo materiale, infatti, garantisce un corretto scambio di umidità, offrendo prestazioni molto simili a quelle di una pizzeria tradizionale.

Un marchio italiano che fonde creatività ed originalità, tutti elementi distintivi presenti su questo modello.

Tra le caratteristiche più interessanti, non prettamente referenti alle prestazioni di questo modello, bisogna poi tenere a mente che – con l’acquisto – viene incluso in confezione anche un comodo ricettario, che offre una panoramica generale di tutte quelle che sono le opzioni possibili con questo prodotto. La dotazione è sicuramente uno dei punti forti proprio in generale: in confezione sono infatti incluse anche delle comode palette in alluminio, perfette per prendere la pizza in maniera comoda.

Intelligente anche la struttura del disegno della resistenza, che essendo concepita con una forma circolare migliora ulteriormente il fattore di cottura.

  • Pro
  • proProdotto completamente italiano
  • proResistenza circolare
  • proDoppia pietra refrattaria
  • Contro
  • controApparentemente complesso

3
Galileo Casa

Galileo Casa

Galileo Casa

Miglior forno per pizza con doppia piastra


  • Potenza - 1200W
  • Dimensioni - ‎30P x 30l x 30H cm
  • Peso - 3,74 kg

In terza posizione, ma non di certo per importanza, troviamo poi un altro forno per pizza molto interessante: il Galileo Casa. Questo piccolo forno concepito per la cottura della pizza è infatti un prodotto molto interessante e, rispetto ad altri modelli con lo stesso scopo principale, forse anche più versatile. Questo dispositivo, con una potenza media di 1200W, si differenzia dalla concorrenza proprio grazie alle sue tante funzioni di default, che gli permettono di adattarsi a esigenze sempre differenti.

Tra le caratteristiche fondamentali di questo forno, infatti, non possiamo non menzionare la presenza di una doppia piastra di cottura, la quale è appunto concepita per permettere il trattamento anche di altre pietanze, e non solo della pizza (fattore principale di acquisto). Questa modalità gli permette di identificarsi anche come “grill“, fornendo opportunità molto più ampie.

Entrambe le piastre sono infatti antiaderenti, realizzate con materiali che trattano bene le varie pietanze e agevolano l’utente durante le fasi di pulizia.

La piastra superiore e quella inferiore sono poi dotate di comandi separati, che permettono di accenderle singolarmente o in contemporanea. Questo elemento così semplice fornisce un carattere di personalizzazione in più alla cottura, che può essere “direzionata” come l’utente preferisce. Grazie poi alla liscia extra spessa – di 35 mm – questo prodotto fornisce una cottura costante, ben distribuita, che punti soprattutto all’omogeneità del risultato.

Tra le altre chicche interessanti di questo modello menzioniamo poi anche la presenza di un’apertura a 180° e di un timer, impostabile fino a 30 minuti per il tempo di cottura.

  • Pro
  • proPuò cuocere anche altri alimenti
  • proPiastra superiore e inferiore possono essere accese singolarmente
  • proTimer di 30 minuti
  • Contro
  • controNon è solo un forno per pizza. Ciò potrebbe infastidire chi cerca un prodotto pensato solo per quello

4
DCG Eltronic MB9809N

DCG Eltronic Maker

DCG Eltronic Maker

Miglior forno per pizza con termostato regolabile


  • Potenza - 1200W
  • Dimensioni - 35P x 43,5l x 18,5H cm
  • Peso - 1,7 kg

Tra le migliori opzioni che potreste adottare per la gestione ed il trattamento della vostra pizza fatta in casa, potreste anche pensare di approcciare un prodotto particolare come il DCG Eltronic Maker MB2300. Si tratta di un forno per pizza compatto, leggero ed esteticamente molto carino, il quale è stato concepito soprattutto per la gestione personalizzata della cottura delle pizze, fornendo risultati croccanti, gustosi e saporiti.

Parliamo di un forno elettrico in metallo e vetro, con una potenza nominale attorno ai 1200 W e caratteristiche genuinamente differenti rispetto ai modelli precedenti, che lo pongono appunto a questo livello della classifica. Tra queste caratteristiche, ad esempio, va menzionata la presenza di una finestra visuale, che permette di osservare correttamente la pizza senza il bisogno di aprire il forno, in maniera tale da monitorare lo stato della cottura senza interromperla.

Tra le opzioni che migliorano la cottura ricordiamo ovviamente anche la presenza di un termostato regolabile. Grazie a questo “piccolo” dettaglio aggiuntivo, gli utenti potranno modificare a proprio piacimento la temperatura di cottura proposta attraverso questo prodotto, personalizzando il risultato in base a gusti e necessità.

Il DCG in questione è poi in grado di accettare pizze fino a 30 cm di diametro, e permette di staccare le componenti di cottura per una migliore azione di pulizia generale.

Tra le funzioni aggiuntive spiccano sicuramente una buona conduzione della temperatura, manici termoisolanti, spegnimento automatico e timer di cottura.

  • Pro
  • proComodo e facile da utilizzare
  • proTermostato regolabile ampio
  • proFinestra di visione
  • Contro
  • controNon permette di gestire altre pietanze

5
Innoliving INN-796R

Innoliving INN-796R

Innoliving INN-796R

Miglior forno per pizza con piatto in pietra ceramica


  • Potenza - 1200W
  • Dimensioni - 38,5P x 33l x 19H cm
  • Peso - 4,81 kg

La nostra classifica prosegue dunque con un altro forno per pizza molto interessante, sicuramente uno dei nomi che andrebbe assolutamente preso in considerazione. Stiamo parlando del forno Innoliving INN-796R, un forno per pizza definito dal produttore “ceramico” e concepito per far combaciare design, funzione, prestazioni ed eleganza.

Anche in questo caso parliamo infatti di un forno con temperatura regolabile, fino a 350° C, anche se la possibilità di regolare la temperatura non è di certo il punto più interessante di questo fornetto. La così ampia varietà di temperatura, infatti, agisce in maniera indiretta sul trattamento della pizza, permettendo all’utente di trattare in maniera efficiente differenti tipologie di impasto e farciture, potendo dunque personalizzare la propria pizza dal primo all’ultimo momento.

Il punto cardine di questo forno è tuttavia caratterizzato dalla presenza del piatto in pietra ceramica. La scelta di questa tipologia di materiale ha dei connotati specifici per il trattamento della pizza, e delle cotture in generale. Grazie all’impiego della ceramica, infatti, il calore viene distribuito in maniera uniforme al di sotto della pizza, offrendo un sapore molto intenso e il più vicino possibile alla cottura in un forno a legna.

Si tratta poi di un fornetto abbastanza veloce, il quale riesce a cuocere una pizza in appena 5 minuti, grazie al modulo con potenza fino a 1200W complessivi.

Facile da usare, veloce e comodo da inserire all’interno di qualsiasi cucina.

  • Pro
  • proPiatto in ceramica
  • proSemplicissimo da utilizzare
  • proApertura facilitata
  • Contro
  • controNessuna funzione speciale

6
Ooni Koda 16

Ooni Volt 12

Ooni Volt 12

Miglior forno per pizza veloce


  • Potenza - 1600W
  • Dimensioni - 61,7P x 52,9l x 27,9H cm
  • Peso - 17,8 kg

Cambiando un po’ la tipologia di forni rispetto ai modelli precedenti che abbiamo già analizzato, uno dei prodotti più interessanti in assoluto per il trattamento della pizza è l’Ooni Volt 12, un forno per pizza esterno che si propone sul mercato come un’opzione versatile, efficiente e di prestazione, ma soprattutto potente rispetto ai modelli che abbiamo visto prima. Il motivo principale per cui si trova a questa posizione della classifica è dato dunque dai costi di spesa richiesti, ma ci arriveremo.

Questo Ooni Volt 12 è un forno per pizza completamente elettrico, realizzato dal produttore con lo scopo di offrire un forno che poteva essere inserito sia dentro casa (come prodotto fisso) che all’esterno, come fornetto da utilizzare durante un campeggio o una grigliata tra amici.

La sua efficienza si nota già nel livello di potenza: parliamo di un forno da 1600 W, in grado di raggiungere i 450° C in appena 20 minuti. Al di là delle tempistiche (un po’ più diluite rispetto ai modelli precedenti), questo incredibile livello di potenza permette di cuocere pizze “alla napoletana” in nemmeno 90 secondi. Il piano cottura, in pietra refrattaria, è inoltre dotato anche del sistema “boost“, che permette di rimettere in attivo la temperatura precedente tra una cottura e l’altra, velocizzando il sistema.

Parliamo di un forno portatile in grado di trattenere correttamente il calore anche grazie al triplo vetro borosilicato, che caratterizza lo sportello principale. Questo si unisce alla generale incredibile qualità costruttiva, che rende questo prodotto perfetto per la resistenza e la durevolezza nel corso degli anni.

Grazie alla sua totale coibentazione, infatti, il forno Ooni Volt 12 è realizzato per durare a lungo.

  • Pro
  • proAdatto sia a neofiti che a pizzaioli esperti
  • proStruttura resistente
  • proCottura velocissima
  • Contro
  • controCosto non proprio economico

7
Royal Catering

Royal Catering

Royal Catering

Miglior forno per pizza potente


  • Potenza - 2000W
  • Dimensioni - ‎1P x 40l x 40H cm
  • Peso - 21,7 kg

Infine, come prodotto finale nella nostra classifica dedicata ai migliori forni per pizza, abbiamo deciso di inserire un prodotto potentissimo, in grado di raggiungere un livello di calore davvero molto elevato, sicuramente competitivo con i migliori forni professionali per pizza. Stiamo parlando del forno Royal Catering, un forno per pizza potente generalmente consigliato a chi ne deve fare uso in contesti professionali, come all’interno di un chiosco, di un bar o di un food truck.

Questo speciale forno per pizza è infatti concepito per essere un prodotto di tipo avanzato, in grado di raggiungere i 2000W di potenza. Strutturato come un modello rettangolare, questo forno per pizza è dotato di due elementi riscaldanti principali (in alto e in basso), i quali permettono al forno stesso di raggiungere circa i 350° C in totale.

Tra le particolarità di questo strumento, poi, ricordiamo sicuramente la possibilità di gestire le due resistenze in maniera indipendente, potendo dunque richiedere una temperatura diversa a ciascun elemento. Le due resistenze possono dunque essere controllate separatamente attraverso le due apposite manopole, al di sotto delle quali è inserito anche un comodo timer.

Si tratta di un forno autonomo, in grado di continuare a funzionare senza interruzioni fino a 2 ore consecutive di lavoro.

Il piano cottura, anche in questo caso, è realizzato con pietra refrattaria, in grado di ospitare pizze fino a 40 cm di diametro. Grazie a questo sarà possibile attribuire, ai bordi della pizza, la loro singolare croccantezza, definendo quindi uno strumento versatile e pronto all’azione in qualsiasi momento.

  • Pro
  • proProdotto professionale
  • proRapporto qualità/prezzo incredibilmente onesto
  • proPietra in argilla refrattaria
  • Contro
  • controSconsigliato per utilizzi casalinghi saltuari

Tabella di comparazione dei migliori forni da pizza per casa

trofeo
1
trofeo
2
trofeo
3
Potenza1200W1200W1200W1200W1200W1600W2000W
Dimensioni34 x 30 x 19 cm34,5P x 33l x 21H cm‎30P x 30l x 30H cm35P x 43,5l x 18,5H cm38,5P x 33l x 19H cm61,7P x 52,9l x 27,9H cm‎1P x 40l x 40H cm
Peso1,13 kg5,9 kg3,74 kg1,7 kg4,81 kg17,8 kg21,7 kg
Caratteristica specialeCottura costante con pietra refrattariaSimil-cottura in pietraDoppia piastra di cotturaTermostato regolabilePietra ceramica, cottura simile ai forni a legnaVelocità di cottura a 90 secondiDoppia resistenza, regolabili separatamente
Temperatura raggiungibile400° C400° C230° C300° C350° C450° C350° C
Mostra altro

Forno per pizza da casa: tipologie

Ora che abbiamo avuto modo di approfondire quelle che sono le marche, i brand ed i modelli dei migliori forni per pizza attualmente presenti sul mercato, bisogna anche ammettere che la scelta non risulta immediatamente a portata, semplice per come si possa sperare. Le cose da considerare, durante un processo di pre-acquisto, sono infatti tantissime, e tutte fanno riferimento proprio ai caratteri speciali di questo stesso argomento.

Forno per pizza da casa: tipologie

Prima di tuffarci a capofitto nella nostra classica analisi del prodotto, tuttavia, nel caso dei forni per pizza da casa bisogna partire da una distinzione molto particolare, che aiuta gli utenti a delimitare un pochino la cerchia ed a restringere il campo attorno a specifiche opportunità.

In commercio esistono infatti diverse tipologie di forni per pizza, ognuna delle quali si caratterizza per metodologia, carattere o altre specifiche particolari.

Prima di acquistare qualsiasi forno, dunque, sarebbe opportuno conoscere le principali tipologie di forni, in maniera tale da prendere una decisione coscienti delle opportunità offerte dal mercato.

Tra le principali tipologie di forno per pizza da casa ricordiamo dunque i forni per pizza elettrici (presenti, per la maggior parte, in questa classifica), i forni per pizza a gas e i forni per pizza a legna.

Analizziamo dunque ciascuna tipologia per comprendere meglio come funziona.

 

Forno pizza elettrico

La prima tipologia di forno per pizza che gli utenti possono approcciare acquistando un prodotto è anche la più frequente, in generale, sul mercato moderno. Stiamo chiaramente parlando dei forni elettrici per pizza, che sfruttano appunto l’alimentazione a corrente elettrica per riscaldare una resistenza.

forno elettrico pizza

Generalmente dunque, i forni elettrici per pizza sono formati da una sequenza di resistenze elettriche, che vengono appunto riscaldate dall’energia della corrente per conferire calore all’interno della camera principale. La resistenza può essere inserita sia nella parte superiore che in quella inferiore del forno, così come anche sui lati. Quando la corrente è allacciata correttamente, la temperatura è completamente regolabile attraverso una manopola, la quale regola il termostato.

Una volta inserita la pizza all’interno della camera, il calore generato dalle resistenze la cuoce.

In alcuni modelli è presente una piccola finestra di vetro, che permette di controllare lo stato di avanzamento della cottura, mentre in altri modelli ciò non è possibile, poiché apribili con accesso a piastra, come un coperchio.

Completata la cottura, è possibile spegnere l’apparecchio e rimuovere la pizza.

I forni per pizza elettrici sono sicuramente i più venduti, ma anche quelli che delineano un consumo di corrente specifico. I modelli migliori offrono almeno 1200W di potenza.

 

Forno pizza a gas

La seconda tipologia più frequente per l’acquisto di un forno per pizza da casa riguarda i forni per pizza a gas. Si tratta appunto di un’altra interessante scelta che l’utente può decidere di condurre, evitando dunque di adottare un’opzione a conduzione elettrica e cercare così un minimo risparmio.

forno pizza gas

I forni per pizza a gas sono dunque degli elettrodomestici pensati appositamente per la cottura della pizza, dove l’alimentazione principale parte dal consumo di gas. Questo viene infatti adoperato come un vero e proprio combustibile, bruciato all’interno della camera principale per generare una forte impronta di calore. L’utilizzo del gas favorisce quindi una camera calda e secca, all’interno della quale la pizza si cuoce molto bene.

Il gas può dunque provenire sia da una bombola esterna che da un allaccio diretto alla rete, fornendo quindi una buona flessibilità e tasso di adattamento.

Anche in questo caso, i forni di questo genere permettono di controllare la temperatura, lo stato della cottura e il posizionamento, offrendo quindi strumenti piuttosto semplici da utilizzare.

Scegliere un forno a gas significa quindi prendere una decisione: consumare elettricità o gas propano?

In entrambi i casi, infatti, sono richiesti dei costi di mantenimento nel corso del tempo, che possono chiaramente modificare l’impatto del forno sulla quotidianità dell’utente.

 

Forno pizza a legna

Infine, l’ultima grande tipologia di forno per pizza che gli utenti possono decidere di acquistare è quella relativa al forno a legna.

forno legna pizza

Rispetto alle due precedenti modalità, ovviamente, questa risulta la meno selezionata, sia per i costi richiesti per l’acquisto iniziale che per il solito ingombro che comportano. Nonostante ciò, comunque, bisogna anche dire che i forni per pizza a legna sono quelli che propongono il formato di cottura più vicino a quello delle pizzerie pubbliche, proprio poiché connessi ad un metodo di cottura molto vicino a quello “originale”.

I forni per pizza a legna sfruttano la combustione del legno e le fiamme generate per cuocere la pizza in maniera diretta. I modelli venduti a scopo privato sono dunque forni concepiti spesso per l’esterno (garage o magazzini appositi), e sono composti principalmente da una grande struttura centrale – in cui riporre il legno – e da un piano superiore realizzato in diversi materiali, che permette di migliorare la cottura e renderla perfetta.

Il tutto è appunto incasellato all’interno di forni piuttosto grandi, anche se le dimensioni finali variano da modello a modello.

Scegliere di acquistare un forno per pizza a legna è sicuramente una scelta interessante, ma è chiaro che bisogna considerare molto i pro e i contro. Forni di questo tipo richiedono spazio e soldi.

 

Come scegliere il migliore forno da pizza

Ora che abbiamo visto da vicino le tre principali tipologie di forno per pizza, è giunto finalmente il momento di mettere mano alle proprie capacità di osservazione ed analisi, per scegliere il migliore forno da pizza per la propria situazione. Come siamo soliti dire in tantissimi contesti, infatti, prima di mettere in moto il denaro è importante far funzionare il cervello: le differenti caratteristiche dei tanti modelli sono infatti pensate proprio per proporre delle soluzioni adatte un po’ a tutto, ma è chiaro che ciò che va bene per una cosa non è detto che sia perfetta anche per un’altra.

Come scegliere il migliore forno da pizza

Proprio per questo motivo, è importante osservare il prodotto prima di acquistarlo, analizzando tutte le caratteristiche principali che lo rendono unico e lo differenziano dalla massa.

Ma come scegliere il migliore forno da pizza?

La selezione passa appunto per l’analisi di 6 fattori fondamentali, dei caratteri che si presentano all’interno del prodotto e che lo rendono speciale. Tutti i forni da pizza, ad esempio, faranno riferimento ad un certo tipo di alimentazione, ma non tutti seguiranno lo stesso metodo, o lo stesso livello di potenza.

Quando si analizzano questi dettagli, dunque, è importante tenere a mente quelli che sono i propri bisogni, cercando perciò di bilanciare la scelta con le necessità reali dell’utente finale.

Scopriamo insieme cosa dovreste osservare in un forno da pizza.

 

Alimentazione

Il primo fattore da considerare quando si deve acquistare un forno per pizza è quello relativo al tipo di alimentazione che lo mantiene. Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, dunque, l’alimentazione determina anche la tipologia di forno con cui si ha a che fare, e quale metodo di riscaldamento lo strumento adotta per cuocere la pizza e gli altri potenziali alimenti che si possono trattare.

L’alimentazione di un forno per pizza può dunque essere elettrica, a gas o a legna.

  • L’alimentazione elettrica è la più comune, nonché la più comoda e veloce tra le 3 opzioni. Basta infatti collegare il forno alla corrente per alimentarlo, gestendo poi l’apparato attraverso i controlli forniti dal modello in questione. L’alimentazione elettrica permette dunque di poter sfruttare anche grandi livelli di potenza, raggiungendo cifre particolari, ma spesso può richiedere un consumo grande, dovuto al riscaldamento delle resistenze moderne;
  • L’alimentazione a gas è poco meno pratica di quella elettrica, ma comunque molto interessante. In questo caso parliamo sia di alimentazione con bombola al propano che di alimentazione tramite rete del gas. La combustione di questo elemento permette una cottura a secco molto calda, ma anche in questo caso il consumo di gas potrebbe essere accentuato, in base soprattutto alla frequenza di utilizzo. Poco meno dispendioso sul lungo termine, ma meno comodo;
  • L’alimentazione a legna, infine, è sicuramente la tipologia che costa meno, ma con diversi fattori che potrebbero invertire la sua positività. In questo caso, infatti, si parla solo di forni per pizza molto grandi ed ingombranti, che possono essere posizionati solo all’interno di ambienti appositamente concepiti. Spesso e volentieri sono consigliati a chi ne fa uso professionale.

 

Potenza e Temperatura Massima

Proseguendo nel nostro processo di analisi, il secondo fattore da considerare prima di un qualsiasi acquisto è quello relativo alla potenza ed alla temperatura massima che il forno è in grado di raggiungere.

La potenza, soprattutto nei modelli elettrici, fa principalmente riferimento all’energia elettrica impiegabile dalla macchina per raggiungere il suo picco di calore, che fa a sua volta riferimento alla temperatura massima raggiungibile. Spesso e volentieri, questi due valori viaggiano di pari passo e sullo stesso piano, anche se la situazione varia decisamente sulla base del modello acquistato.

Maggiore è la potenza, e maggiore sarà l’efficacia della cottura; è fondamentale però ricordare anche che un alto livello energetico richiederà un consumo elettrico maggiore, e spese in bolletta più alte. In commercio, i forni per pizza migliori offrono sempre almeno 1200W di potenza complessivi, dove “W” sta per Watt ovviamente.

Parlando invece di temperatura massima, in questo caso bisogna dire che i migliori forni non scendono mai al di sotto dei 230° C minimi, arrivando in certi casi anche a picchi di circa 450° C, se non di più.

 

Tempo di riscaldamento

Un altro importante fattore relativo alla selezione del miglior forno da pizza acquistabile dagli utenti è invece quello relativo al tempo di riscaldamento.

Tempo di riscaldamento

Questo fattore è generalmente influenzato molto dalla potenza, dove un valore molto alto caratterizza dei tempi di riscaldamento davvero molto brevi ed efficaci. Ci sono modelli che sono ad esempio in grado di raggiungere la piena temperatura in nemmeno 10 minuti, come ci sono anche altri meccanismi che permettono di scendere persino fino a 90 secondi totali.

Ovviamente, i forni da pizza più efficienti sotto questo punto di vista sono anche quelli più costosi, proprio perché integranti materiali, meccanismi e funzioni che sono in grado di snellire la procedura di riscaldamento del forno.

Questo valore andrebbe perciò valutato soprattutto in base alle proprie preferenze. Non è certamente un valore che inficia molto sull’esperienza dell’utente (basta pensarci un po’ prima, ad esempio), ma è comunque un’informazione che può fare la differenza durante il processo di decisione di acquisto.

Contemporaneamente, quando valutate queste velocità, esaminate anche i tempi di cottura relativi, spesso comunque molto veloci.

 

Dimensioni e superficie di cottura

Tra le altre importanti informazioni da valutare bisogna assolutamente considerare anche dimensioni e superficie di cottura.

Le dimensioni sono appunto il riferimento esterno relativo all’ingombro proposto dal macchinario. Per fortuna, il mercato si è adattato molto velocemente alle preferenze degli utenti, tanto da riuscire a proporre prodotti sempre più compatti, con dimensioni ridotte e facili da inserire all’interno di qualsiasi contesto casalingo che si rispetti. Valutate dunque le dimensioni in rapporto a quello che vi serve davvero, soprattutto considerando quello che è lo spazio che avete a concreta disposizione per il posizionamento del prodotto.

Allo stesso modo, poi, considerate la superficie di cottura.

Quando si parla di questo fattore si intende il diametro generale del forno per pizza, che permette di comprendere la grandezza delle pizze che possono essere trattate dal forno in questione. Di solito, i prodotti più comuni offrono diametri tra i 30 ed i 40 cm, misure sostanzialmente coerenti con quelle di una pizza singola standard.

 

Funzionalità aggiuntive

Un’altra cosa che è importante osservare quando si ha a che fare con i forni per pizza sono le funzionalità aggiuntive.

Funzionalità aggiuntive

Seppur il mercato non sia molto generoso con questa particolare caratteristica dei forni per pizze, c’è da dire che i principali modelli sono sempre dotati almeno di un paio di funzioni aggiuntive a quella di cottura principale, che permettono di aggiungere un tocco di personalità e carattere all’intera esperienza con questo specifico prodotto.

Tra le funzionalità aggiuntive più frequenti nei forni da pizza troviamo ad esempio la presenza di un timer di cottura, dei programmi di temperatura preimpostati, la presenza di manopole per il controllo specifico della temperatura, termometro integrato, ventilazione integrata, modalità grill, display e controllo smart. Queste sono ovviamente solo le funzionalità più frequenti: nulla vieta ai vari modelli di stupire i propri consumatori con altri dettagli più particolari, a discrezione del produttore.

 

Materiali e Design

Infine, l’ultimo fattore che dovreste osservare quando si parla di forni per pizza è quello dei materiali di costruzione e del design.

I materiali forniscono non solo una panoramica sulla resistenza del prodotto e della sua composizione esterna, ma anche – e soprattutto – sulla capacità di cuocere la pizza in determinati modi. Il piano di cottura può infatti essere realizzato in diversi materiali, come ceramica, pietra, legno e così via. L’adozione di questi materiali conferisce diversi effetti alla cottura della pizza, offrendo delle esperienze di gusto e sapore decisamente particolari in confronto ai forni con piatto tradizionale.

Allo stesso tempo, non dovreste trascurare nemmeno il design.

Più per preferenza estetica e comodità, infatti, questo dettaglio riguarda anche l’aspetto della macchina. Sarà possibile approcciare forni completamente circolari (a forma di pizza), ed altri molto più tradizionali, squadrati o completamente rettangolari.

 

Come usare il forno per la pizza a casa

A questo punto, dopo l’intero processo di selezione, avrete sicuramente trovato un prodotto che risponde alle vostre richieste.

E adesso che si fa?

Come usare il forno per la pizza a casa

Usare il forno per la pizza a casa è un procedimento davvero semplice ed immediato, soprattutto quando si parla di forni di tipo elettrico. Dal punto di vista generale, tuttavia: come si utilizza un forno per la pizza?

  1. Preriscaldamento del forno: in base al tempo di riscaldamento, accendete il forno con un discreto anticipo rispetto a quando volete infornare la pizza;
  2. La pizza dev’essere preparata con un certo anticipo;
  3. Inserite la pizza nel forno con una pala o un attrezzo infarinato, in modo da facilitare l’inserimento;
  4. Chiudete il forno ed impostate il timer per la cottura. In media, sono necessari almeno 15 minuti per una cottura completa, ma è chiaro che questo valore dipende dal modello di forno e dalla tipologia di potenza adottata;
  5. Controllo: di tanto in tanto, controllate l’avanzamento della cottura attraverso la finestrella (se presente);
  6. A cottura terminata, è possibile spegnere il forno e rimuovere la pizza, lasciandola raffreddare qualche minuto all’esterno.

 

Consigli per pulizia e manutenzione forni da pizza

Come richiesto praticamente da qualsiasi elettrodomestico per la casa, anche un forno da pizza richiede un discreto livello di pulizia e manutenzione. Questi due piccoli processi infatti, seppur trascurati da moltissimi utenti, sono passaggi fondamentali nella vita di un forno per pizza, proprio poiché permettono di allungarne la vita e mantenerne le prestazioni efficienti, che potrebbero perdersi se il macchinario viene trascurato.

Vediamo dunque una manciata di consigli utili per pulizia e manutenzione forni da pizza:

  • Dopo ogni utilizzo, sarebbe intelligente rimuovere briciole e residui di pizza con una spazzola a setole morbide;
  • Il piatto in pietra refrattaria (se presente) va rimosso e pulito. Tale pulizia non deve però appoggiarsi a detersivi aggressivi, che potrebbero rovinare la resa ed il sapore delle pizze future. Ogni produttore lascia spesso delle istruzioni su come pulire correttamente una pietra refrattaria;
  • Rimuovere e pulire eventuali componenti mobili è importantissimo. Griglie, pale e simili vanno lavati con acqua calda e sapone;
  • Periodicamente, è bene controllare le guarnizioni delle chiusure e le bocchette di ventilazione, per controllare che non ci siano residui o agglomerati di polvere che possono comprometterne le prestazioni.
Staff di Comprissimo

Comprissimo.it è la tua guida fidata per le scelte migliori. Siamo una piattaforma di comparazione dedicata a semplificare le tue decisioni, offrendoti classifiche e recensioni di prodotti e servizi di alta qualità. Il nostro team di esperti lavora instancabilmente per garantirti risparmi di tempo, denaro e problemi, in modo che tu possa fare scelte informate con fiducia.

faq
Domande Frequenti