Torna indietro

Migliori Lavatrici: Guida e Classifica TOP 7 del 2023

Migliori Lavatrici: Guida e Classifica TOP 7 del 2023
Indice dell'articolo
Indice dell'articolo

Per tutti, ad un certo punto nella vita, arriva il momento di scontrarsi con il mondo delle lavatrici. Intendiamoci: si tratta di uno degli elettrodomestici più comuni nelle case delle persone, ma non sono tutti gli individui che ci hanno sin da subito a che fare, soprattutto quando si vive ancora con i genitori e si ha una certa età. Ad un certo punto, però, il bisogno viene a galla, e si manifesta la necessità di acquistare una lavatrice per il proprio ambiente personale.

Da che mondo è mondo, le lavatrici hanno svolto un ruolo chiave all’interno della quotidianità delle persone. Sono strumenti fondamentali nella gestione e nel lavaggio dei panni sporchi, che permettono agli utenti di gestire e lavare contemporaneamente anche una mole considerevole di capi e abbigliamento di vario genere, offrendo al contempo ottimizzazioni che possono personalizzare il processo.

L’evoluzione, con il passare del tempo, è giunta ovviamente anche in questo settore, ed ha portato a modelli di lavatrici intelligenti che sono state pensate per sconvolgere completamente il modo di intendere una faccenda semplice come quella del bucato tradizionale.

Che si tratti dunque della tua prima lavatrice in assoluto o di un nuovo modello con cui sostituire la tua vecchia lavatrice, poco importa. Tutti, prima o poi, devono acquistare una nuova lavatrice per qualche motivo, ed è proprio qui che si manifesta uno dei problemi più comuni degli utenti che devono spendere i propri soldi: quale modello scegliere?

Abbiamo colto questa richiesta di aiuto, ed abbiamo deciso di intervenire: rimani con noi, e scopri le 7 migliori lavatrici attualmente presenti sul mercato commerciale moderno.

Migliori lavatrici per tipologia del 2023

Top 7 lavatrici selezionate da Comprissimo.it

Mostra altro

Uno sguardo più da vicino alle 7 migliori lavatrici

1
Samsung Galaxy Buds 2 Pro

Samsung WW60A3120WE/ET

Samsung WW60A3120WE/ET

Migliore lavatrice a libera installazione


  • Dimensioni - 40P x 59,5l x 85H cm
  • Capacità - 6kg
  • Velocità di rotazione - 1200 RPM

La nostra classifica comincia quindi la sua analisi partendo proprio da quello che, dopo qualche esame, abbiamo ritenuto essere il miglior modello di lavatrice a libera installazione al momento presente sul mercato. Si tratta della Samsung WW60A3120WE/ET, una lavatrice a installazione libera – appunto – che rappresenta una scelta affidabile, sicura e dalle prestazioni ottime, valida soprattutto per chi cerca qualcosa di efficace ma che mantenga comunque delle dimensioni contenute.

Questo è un modello che, in fin dei conti, sarebbe quasi definibile slim: con la sua capacità da 6 kg ed un cubo di dimensioni 40P x 59,5l x 85H cm, questa lavatrice si rende perfetta per famiglie di piccola dimensione (massimo 3 persone), oppure per singoli che abitano da soli ma desiderano comunque ottimizzare il processo di lavaggio dei propri capi di abbigliamento.

Questa lavatrice offre infatti diverse funzioni di trattamento, che ottimizzano i processi ed ottengono risultati molto validi. Tra queste funzioni, ad esempio, ricordiamo la Steam Wash, che integra nel processo di lavaggio anche il vapore, lavorando andando ad eliminare circa il 99,9% dei batteri e degli allergeni che possono depositarsi sui capi.

A migliorare i risultati interviene ovviamente anche il motore Digital Inverter, che riesce ad ottimizzare consumi e prestazioni offrendo anche un discreto livello di rumorosità, incredibilmente tollerabile.

Tra i punti forti di questa lavatrice troviamo perciò la varietà offerta per quanto riguarda i programmi di lavaggio: i più utilizzati sono Eco, Centrifuga, Vapore attivo, Scarico, Allergeni e Lavaggio rapido, dove quest’ultimo riesce a chiudere un ciclo completo – di biancheria poco sporca – in appena 15 minuti.

A rendere valido l’acquisto, poi, è interessante anche la funzione “Pulizia Cestello“. Questa opzione non fa altro che rimuovere tutti i residui di detersivo e le tracce di sporco dall’interno del cestello della lavatrice, sfruttando semplicemente tecniche come ammollo, pulsazioni e centrifuga ad alta velocità, e senza richiedere l’inserimento di detergenti o saponi aggressivi.

  • Pro
  • proSemplice ma incredibilmente efficace
  • proVarietà nelle funzioni
  • proCompatta e moderna
  • Contro
  • controInadatta a grandi nuclei familiari

2
Indesit EWC 61051

Indesit EWC 61051

Indesit EWC 61051

Migliore lavatrice a carico frontale


  • Dimensioni - 51,7P x 59,5l x 85H cm
  • Capacità - 6kg
  • Velocità di rotazione - 1000 RPM

La nostra classifica prosegue dunque con un prodotto che, almeno secondo le stime di Amazon, risulta essere il più venduto in assoluto dell’ultimo periodo sulla piattaforma e-commerce in questo settore. Indesit EWC 61051 è una lavatrice a carico frontale che si propone sul mercato come una soluzione intelligente, pratica e funzionale in alternativa a nomi decisamente più blasonati, seppur il marchio Indesit sia sicuramente uno dei più noti all’interno del mondo delle lavatrici.

In questo caso ci troviamo di fronte ad una lavatrice con una capacità media di circa 6 Kg, che abbraccia lo stesso tipo di utenti del precedente modello ma offrendo funzioni ed opzioni differenti, comunque di tutto rispetto.

Tra le caratteristiche più interessanti di questo modello di lavatrice troviamo infatti il meccanismo Water Balance Plus, un sensore innovativo inserito all’interno della macchina che permette di ottimizzare i consumi di acqua previsti per ogni lavaggio, calibrando le giuste quantità sulla base del carico effettivamente inserito dall’utente al momento dell’accensione. Questo permette di ridurre consumi e costi energetici, rappresentando una scelta intelligente di acquisto.

Un altro incredibile punto forte è poi rappresentato dal motore installato principalmente su questa macchina. Parliamo di un motore universale da 1000 RPM (rotazioni al minuto), il quale assicura dei lavaggi ottimizzati con un focus interessante sulla centrifuga, fornendo infine dei capi lavati e ben strizzati, pronti per essere stesi.

Tra le opzioni di adattamento al lavaggio troviamo delle modalità interessanti dedicate a cotone, lana, sintetici e bianchi, nonché delle complete modalità di approccio come lavaggio rapido, extra risciacquo, energy saver e partenza ritardata. Tutte queste opportunità caratterizzano un prodotto versatile e adattabile, sicuramente un’ottima scelta in diversi contesti.

  • Pro
  • proMeccanismo di calibrazione automatica dell'acqua
  • proCentrifuga migliorata
  • proVersatile
  • Contro
  • controMarchio non molto noto ai più

3
CineBeam HU70LSB di LG

LG F4WV310SAE

LG F4WV310SAE

Miglior lavatrice con Intelligenza Artificiale


  • Dimensioni - 56,5P x 60l x 85H cm
  • Capacità - 10,5 kg
  • Velocità di rotazione - 1400 RPM

In terza posizione all’interno della nostra guida all’acquisto troviamo invece una lavatrice un po’ diversa rispetto ai modelli che abbiamo visto nelle righe precedenti, sia per fattore di forma che per capienza complessiva generale. La LG F4WV310SAE è infatti una lavatrice moderna da 10,5 kg di capienza, la quale si propone come soluzione ottimale per gruppi di persone e famiglie estese, fino anche a 5/6 persone in totale, offrendo un prodotto che si focalizza sulla proposta energetica e sull’innovazione della proposta.

Tra i punti principali di questo prodotto, infatti, troviamo sicuramente l’implementazione dell’Intelligenza Artificiale: questa integrazione permette alla macchine di rilevare il peso del singolo bucato inserito nel cestello, la tipologia dei tessuti che lo compongono e la loro disposizione, andando così a calibrare i movimenti della macchina per ottimizzare il trattamento per quel ciclo specifico.

Secondo alcune statistiche, questo processo migliora del 18% i risultati generali.

A questa integrazione, tuttavia, si sommano comunque tante altre funzioni di lavaggio e gestione, che possono rendere questo prodotto davvero molto interessante. Prima fra tutte, ad esempio, la funzione Vapore Igienizzante, che elimina il 99.9% degli acari della polvere che potrebbero nuocere alla salute delle persone, causando allergie o problematiche di tipo respiratorio. Le varie funzioni sfruttano comunque l’apporto del Motore Inverter Direct Drive, il quale è stato progettato per produrre meno suoni e vibrazioni possibili.

Altra chicca fondamentale è infine costituita dal progetto Smart Diagnosis: in caso di problemi, la lavatrice è in grado di comunicare autonomamente la propria diagnosi del problema al call center o all’assistenza di supporto, in maniera di risolvere i problemi eventuali in tempo reale senza la necessità di stare ore al telefono.

  • Pro
  • proModello intelligente con integrazione di AI
  • proSmart Diagnosis
  • proTantissimi programmi di lavaggio
  • Contro
  • controCosto alto

4
Beko BP109C

Beko WTX91232WI

Beko WTX91232WI

Miglior lavatrice per classe energetica


  • Dimensioni - 59,99 x 59,99 x 84 cm
  • Capacità - 9 kg
  • Velocità di rotazione - 1200 RPM

Se quello che state cercando corrisponde invece ad una lavatrice molto semplice, intuitiva da utilizzare ma che offra comunque delle prestazioni degne di nota, molto probabilmente potreste considerare di acquistare una lavatrice come la Beko WTX91232WI, una lavatrice a libera installazione con carico frontale che fa della sua semplicità anche la sua arma vincente in assoluto. Il punto forte di questo prodotto sta infatti nella gestione energetica delle risorse, che è ottimizzata al punto da ricevere la classificazione A+++.

Questo fattore permette dunque di risparmiare parecchio quando si parla di costi di gestione in bolletta, ma anche di trattare meglio l’ambiente circostante, riducendo notevolmente le emissioni e producendo un quantitativo minore di materiali di scarto che potrebbero intaccare la salute dell’ecosistema. Un prodotto semplice ma che si focalizza soprattutto su tematiche importanti, a cuore a molti consumatori.

Oltre a ciò, c’è anche da dire che questa lavatrice offre una vasta selezione di metodologie di lavaggio, offrendo opzioni per prelavaggio, centrifuga, scarico, delicati, normale e lana, ampliando dunque notevolmente quello che può essere l’approccio di qualsiasi utente.

L’interfaccia utente è strutturata soprattutto per semplificare le operazioni di carico ed impostazione, componendo il pannello di tasti intuitivi e ben descritti.

Sicuramente si tratta di un modello meno tecnologico rispetto ai modelli visti in precedenza, ma che grazie a sicurezza ambientale, risparmio e semplicità riesce a guadagnarsi un posto così alto nella nostra classifica.

  • Pro
  • proRisparmio energetico assicurato
  • proConcetto eco-green
  • proRealizzata per essere utilizzata anche dai neofiti
  • Contro
  • controNiente di particolarmente tecnologico

5
Candy CMDDS

Candy Smart CS4 1272DE/1-S

Candy Smart CS4 1272DE/1-S

Migliore lavatrice con connettività NFC


  • Dimensioni - 45P x 60l x 85H cm
  • Capacità - 7 kg
  • Velocità di rotazione - 1200 RPM

Continuando ad esplorare la realtà delle lavatrici migliori di questo 2023, indubbiamente un prodotto da non trascurare affatto durante un processo di considerazione è la Candy Smart CS4 1272DE/1-S, una speciale lavatrice di alta qualità pensata soprattutto per le esigenze di famiglie medie (circa 4/5 persone), grazie soprattutto al carico frontale da circa 7 kg in totale. Si tratta di un prodotto progettato per rispondere a diverse tipologie di esigenze, offrendo una buona velocità massima (1200 RPM) e una centrifugazione di alto livello, che ottimizza il conseguente momento di asciugatura all’aperto.

Il punto forte di questa lavatrice è tuttavia dato dalla presenza del modulo di connettività NFC. Grazie a questo piccolo modulo installato sulla lavatrice, infatti, sarà possibile associare l’elettrodomestico al proprio smartphone, attraverso le modalità Smart Touch e Smart Cycles. Questo permette di aggiungere alla propria lavatrice un tocco di modernità e innovazione, arricchendo notevolmente il parco delle funzioni.

Grazie a questa integrazione sarà dunque possibile, ad esempio, selezionare uno tra i tantissimi programmi di lavaggio integrati, i quali permetteranno ad esempio di oscillare (in termini di durata del ciclo) tra un minimo di 14 minuti fino ad un massimo di 59, per i capi più complessi o quelli più sporchi in assoluto.

A tali funzioni si aggiunge anche, ad esempio, quella dedicata alla partenza ritardata, che permette di inserire un timer per la programmazione della partenza del ciclo fino ad un ritardo massimo di 24 ore.

  • Pro
  • proFunzione di smart check-up per il controllo dei problemi
  • proAdatta il ciclo alla tipologia e quantità del carico
  • proAssociabile allo smartphone
  • Contro
  • controInadatta ad utenti "poco tecnologici"

6
Hisense RQ563N4AI1

Hisense WFVC6010E

Hisense WFVC6010E

Miglior lavatrice con cestello a fiocchi di neve


  • Dimensioni - 46P x 59,5l x 85H cm
  • Capacità - 6 kg
  • Velocità di rotazione - 1000 RPM

Un altro buon prodotto se state cercando qualcosa di efficace ed estremamente valido dal punto di vista delle prestazioni è senza dubbio la Hisense WFVC6010E, una lavatrice proprietaria a carico frontale pensata per rispondere alle esigenze ed ai bisogni di famiglie piccole (3 persone) oppure di singoli che intendono ottimizzare nella maniera migliori il proprio processo di cura del bucato e di trattamento dei vestiti.

Con una capacità di 6 kg, questa lavatrice offre un design compatto ed elegante, che si adatta facilmente a qualsiasi ambiente personale ed a qualsiasi tema domestico. Tale adattabilità è favorita anche dall’installazione libera, che permette all’utente di poter giocare con le posizioni e di piazzare l’elettrodomestico ovunque reputi sia meglio, a prescindere da incassi eventuali.

Tra le caratteristiche più interessanti di questa lavatrice troviamo sicuramente il cestello a fiocchi di neve, design esclusivo progettato e brevettato direttamente da Hisense. Questa tecnologia meccanica riduce la presenza di attrito tra i tessuti durante il lavaggio, migliorando dunque la delicatezza del trattamento e riducendo notevolmente il rischio di eventuali danni ai capi, che di solito possono agganciarsi agli occhielli dei cestelli tradizionali e sfilarsi.

Altro dettaglio interessante si nota nel display digitale posto nella parte frontale della scocca. Questo schermo offre informazioni interessanti sui capi inseriti all’interno, sul ciclo selezionato e sui programmi disponibili, fornendo un pannello di controllo completo attraverso il quale è anche possibile organizzare il lavoro attraverso i 15 programmi gestionali disponibili.

Tra le funzioni menzioniamo il programma di lavaggio rapido, che dura appena 15 minuti.

  • Pro
  • proDisplay chiaro e intuitivo
  • proDesign innovativo per il cestello
  • pro15 programmi attivabili
  • Contro
  • controCapienza un po' ridotta

7
Indesit EWC 61051

Indesit BTW L60400 IT

Indesit BTW L60400 IT

Miglior lavatrice a carico dall'alto


  • Dimensioni - 60P x 40l x 90H cm
  • Capacità - 6 kg
  • Velocità di rotazione - 1000 RPM

Infine, in ultima posizione all’interno della nostra classifica dedicata alle migliori lavatrici di questo 2023, inseriamo un particolarissimo modello di lavatrice che, per forma, design e struttura, ha catturato notevolmente la nostra attenzione. La Indesit BTW L60400 IT è infatti una lavatrice a carico dall’alto, strutturalmente completamente diversa rispetto a quello che invece è stato il nostro percorso di scoperta fino ad ora.

Come detto, si tratta di una lavatrice snella e slanciata, con la porta di carico spostata sulla parte superiore del prodotto. La sua forma “a obelisco” la rende dunque adatta a luoghi dove lo spazio non è eccessivo, ed è perciò necessario un prodotto che si adatti in maniera semplice a quelli che sono gli spazi disponibili. La Indesit, in questo caso, svolge bene tale mansione, offrendo tutto quello che una lavatrice tradizionale dovrebbe, seppur sotto una veste differente.

Tra le particolarità principali troviamo dunque un buon tasso di rotazione in centrifuga (fino a 1000 RPM), così come anche un’ottima integrazione del sensore Water Balance Plus, già visto in precedenza in un altro modello. Questo sensore si integra dunque alla perfezione con quelle che sono le funzioni ed i programmi di lavaggio, che comprendono trattamenti come il Rapido 30′, del cotone, centrifuga e scarico, trattamento sintetici, delicati, lavaggio eco 40-60, 20° C, risciacquo e centrifuga.

Tra le funzioni aggiuntive offerte, invece, ricordiamo la extra Risciacquo, l’energy saver, extra Wash, la modalità prelavaggio, il risciacquo intensivo e la partenza ritardata.

  • Pro
  • proCarico dall'alto per migliorare la posizionabilità
  • proTantissime funzioni di trattamento
  • proLeggera
  • Contro
  • controCapacità limitata e un po' rumorosa

Tabella di comparazione delle migliori lavatrici

trofeo
1
trofeo
2
trofeo
3
Dimensioni40P x 59,5l x 85H cm51,7P x 59,5l x 85H cm56,5P x 60l x 85H cm59,99 x 59,99 x 84 cm45P x 60l x 85H cm46P x 59,5l x 85H cm60P x 40l x 90H cm
Capacità6kg6kg10,5 kg9 kg7 kg6 kg6 kg
Velocità di rotazione1200 RPM1000 RPM1400 RPM1200 RPM1200 RPM1000 RPM1000 RPM
Rumorosità74 db65 db71 db60 db79 db30 db80 db
Peso55 kg59,6 kg70 kg50 kg60,5 kg57 kg53 kg
Mostra altro

Tipologie di lavatrici

Nel corso dell’esplorazione concreta di quelle che sono le migliori lavatrici al momento presenti sul mercato, abbiamo potuto notare come ne esistano tantissime tipologie, ognuna delle quali offre agli utenti finali dei prodotti completi, in grado di rispondere ad esigenze sempre differenti ponendo attenzione sulla risposta alla richiesta del pubblico.

Le tipologie di lavatrici sono principalmente 3, e tutte fanno riferimento ad un elemento fisico che cambia da modello a modello. Il funzionamento e gli scopi principali rimangono dunque invariati: si tratta sempre di uno strumento volto al lavaggio dei capi sporchi; a cambiare è più “il fattore di forma”, che può dunque rispondere ad alcune specifiche necessità dovute a spazi o tempi particolari.

Riassumendo velocemente, dunque, sappiamo che le principali tipologie di lavatrici sono quelle a carico frontale, a carica dall’alto e le lavatrici slim. In un modo o nell’altro, nei paragrafi precedenti, abbiamo già analizzato quelle che sono le caratteristiche fondamentali di questi prodotti, vedendo appunto le dinamiche che possono essere combacianti con le strutture di questi prodotti.

Giunge però il momento di scendere maggiormente nel dettaglio: scopriamo meglio quali sono le differenze tra le varie tipologie e quali possono essere le richieste a cui queste rispondono.

 

Lavatrici a carica frontale

Le lavatrici a carica frontale sono la tipologia di lavatrice più acquistata e selezionata dai consumatori Italiani. Si tratta della forma più tradizionale, quella che tutti possiedono sicuramente all’interno della propria abitazione. La lavatrice a carico frontale è dunque una classica lavatrice a libera installazione con cestello frontale, ossia con la possibilità di aprire l’oblò come se fosse una porta tradizionale.

lavatrice carico frontale

Non c’è molto da dire su questa particolare variante di lavatrice: basta infatti aprire lo sportello e inserire il proprio carico dalla parte frontale del “cubo” che compone la lavatrice, richiudendo poi la porta per programmare le funzioni, i cicli e così via.

Si tratta di una variante talmente tanto amata che è possibile trovarla in decine di forme: smart, classic, con o senza NFC e così via, predisponendo quindi una vasta gamma di opportunità per altrettante tipologie di utente.

Questo tipo di lavatrice si può inserire in un bagno, all’interno di uno spazio ristretto dedicato oppure in una lavanderia apposita: l’importante è che vi sia sufficiente spazio per l’apertura dello sportello principale e dei cassetti per i detergenti.

 

Lavatrici a carica dall’alto

Le lavatrici a carica dall’alto non fanno altro che modificare il punto di accesso del bucato. Se, con le lavatrici a carico frontale, la porta principale si apre proprio dalla parte anteriore della macchina, con le lavatrici a carico dall’alto abbiamo una piccola inversione di tendenza, che sposta il punto di accesso dal fronte alla parte superiore della lavatrice.

lavatrice carico alto

Lo sportello diventa dunque una sorta di coperchio a cerniera, che si apre “come un tombino”. Questa modalità permette di inserire i capi dall’alto, senza dunque richiedere all’utente di abbassarsi per inserire il bucato all’interno della lavatrice. Basta perciò alzare il coperchio e buttare dentro i vestiti sporchi, per poi richiudere la macchina ed attivare il ciclo in base alle proprie preferenze ed impostazioni.

La differenza concreta con l’altro tipo di lavatrice sta dunque proprio nella posizione della bocca di apertura, che si trova in alto rispetto a dove si trova di solito. Proprio per questo motivo, in alcuni modelli è possibile riscontrare anche una forma diversa della macchina, più allungata, cosa che permette spesso di ottimizzare gli spazi e di migliorare il grado di inserimento della lavatrice all’interno di spazi maggiormente ristretti.

 

Lavatrici slim

La terza tipologia più frequente di lavatrice è poi quella della lavatrice slim.

lavatrice slim

In questo caso, non parliamo di una lavatrice che modula il proprio punto di accesso per il bucato, ma che piuttosto cambia le dimensioni medie di questo genere di prodotti, proponendo al mercato qualcosa di più compatto e semplice da posizionare all’interno di stanze con delle dimensioni ridotte. Parliamo, in tutto e per tutto, di normalissime lavatrici (generalmente a carico frontale) che riducono di almeno 1/3 le dimensioni tradizionali.

Questo permette, a chi ad esempio vive in un monolocale o in un bilocale, di portarsi a casa una lavatrice completa di tutte le funzioni fondamentali, potendo contare contemporaneamente anche su delle dimensioni estremamente abbordabili, semplici da posizionare ed inserire in tantissimi contesti.

Insieme alle dimensioni, spesso e volentieri cambia anche il peso, che si alleggerisce in favore di un prodotto molto più maneggevole e semplice da muovere anche in autonomia, senza il necessario aiuto di qualcuno.

 

Quale lavatrice comprare? Guida su come scegliere la migliore

Ora che abbiamo visto da vicino quelle che sono le principali tipologie delle lavatrici attualmente disponibili in commercio, è arrivato il momento di mettersi finalmente all’opera, e di comprare una lavatrice adatta a quelle che sono le proprie esigenze ed i propri bisogni generali. La scelta di una lavatrice è dunque un processo che dev’essere condotto con attenzione e metodo, in quanto si rischia facilmente di acquistare qualcosa che, alla lunga, potrebbe rivelarsi inadatto alla propria condizione generale.

Come si fa a scegliere correttamente una lavatrice?

Il processo di selezione di una lavatrice per i propri bisogni deve tenere conto di un procedimento per step, che passa attraverso l’analisi e la comprensione di almeno 6 parametri fondamentali. Queste non sono altro che delle caratteristiche che tutte le lavatrici hanno in comune e che chiaramente, tra un modello e l’altro, possono differire anche in maniera importante.

Tali caratteristiche vanno dunque esaminate e paragonate con quelle che sono le proprie necessità, cercando di capire se ogni aspetto considerato soddisfa o meno le richieste dell’utente, dell’ambiente, dei capi da trattare e, soprattutto, del portafogli.

Addentriamoci dunque in questo processo di analisi, scoprendo direttamente come scegliere la migliore lavatrice per i propri capi di abbigliamento.

 

Tipologia di lavatrice

Il primo fattore da analizzare (ed in questo caso valutare) prima di acquistare una qualsiasi lavatrice è quello riguardante la tipologia di appartenenza.

Tipologia di lavatrice

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, infatti, le tipologie di lavatrice sono ben 3: a carico frontale, a carica dall’alto e slim. Ognuna di queste lavatrici risponde ad esigenze differenti, che possono quindi far comodo ad alcuni specifici utenti nel momento in cui, questi, cercano qualcosa di specifico. Riassumendo in parte quello che abbiamo detto:

  • Le lavatrici a carico frontale sono le lavatrici più comuni, pensate soprattutto per chi non ha particolari esigenze sulla posizione del carico della lavatrice. Possono essere inserite all’interno di praticamente qualsiasi ambiente, grazie alla loro natura a libera installazione. Lo sportello si apre da davanti, e richiede all’utente di abbassarsi per caricare la macchina prima di partire con il lavaggio;
  • Le lavatrici a carica dall’alto sono lavatrici un po’ più rare nelle case delle persone, con un fattore di forma che sposta l’ingresso degli abiti alla parte superiore della macchina. Questo non rappresenta precisamente un vantaggio tecnico, ma più uno fisico. Le lavatrici di questo tipo sono poco più compatte, spesso con una forma allungata, e non richiedono all’utente di piegarsi per caricare la lavatrice. Possono essere posizionate ovunque, con una certa predisposizione a spazi lateralmente stretti;
  • Le lavatrici slim sono invece delle lavatrici dalle dimensioni più ridotte delle lavatrici comuni. Permettono dunque di contare sullo stesso risultato ma con un ingombro nettamente minore, rendendosi dunque perfette per persone con poco spazio a disposizione all’interno delle proprie stanze o abitazioni.

 

Capacità di carico

Un altro punto fondamentale all’interno di quello che è il procedimento di analisi prima di un acquisto è quello che riguarda la capacità di carico di una lavatrice.

Capacità di carico

La capacità di carico è un valore che permette di comprendere quanto carico può sopportare il cestello di una lavatrice. Si tratta di un valore espresso in kg, e fa riferimento alla quantità di vestiti che è possibile lavare caricando un singolo ciclo di lavaggio. In commercio è possibile trovare opzioni incredibilmente varie, passando da valori molto bassi ad altri incredibilmente alti.

Quando si parla di carico, dunque, ci si deve aspettare un range che oscilla da un minimo di 5 kg fino ad arrivare un massimo che può superare anche i 12 kg di abbigliamento, due valori chiaramente opposti e molto diversi tra di loro. Nel primo caso, infatti, possiamo parlare di una lavatrice adatta a piccolissimi nuclei familiari (massimo 3 persone), oppure di singoli che amano ottimizzare l’organizzazione dei propri capi.

Nel secondo caso, invece, avremmo a che fare con una lavatrice nettamente più capiente, adatta dunque a nuclei di persone più numerosi (6/7 per 12 kg) ed in contesti dove i lavaggi comprendono tante tipologie di capi in un singolo ciclo di lavaggio.

 

Dimensioni e Design

Dimensioni e Design sono un altro punto di controllo molto importante durante il processo di selezione della lavatrice. Questi, chiaramente, identificano un lato più pratico della selezione, ma non per questo meno importante.

Le dimensioni, soprattutto, sono un valore importantissimo da considerare prima dell’acquisto. Vengono a identificare infatti l’ingombro diretto della macchina, permettendo all’utente di comprendere quanto spazio questa andrà ad occupare una volta inserita nell’ambiente che dovrà contenerla. In commercio, come abbiamo visto, esistono modelli con dimensioni incredibilmente variabili, senza considerare le opzioni slim, che riducono notevolmente le dimensioni.

Questo valore va dunque considerato esclusivamente in base a quelle che sono le proprie esigenze di spazio: se acquistate una lavatrice troppo grande per la stanza dove andrebbe posizionata, potreste avere dei problemi a risolvere il problema, soprattutto considerando che le lavatrici vanno inserite sempre nelle vicinanze dei tubi dell’acqua (accesso e scarico).

Il design è invece un fattore più estetico, legate sia alle preferenze dell’utente che allo stile dell’ambiente in cui si dovrà inserire la lavatrice. Per fortuna, i modelli più recenti in commercio di vari tipi, offrendo una scelta incredibilmente variegata all’utente. Cercate di mantenere una certa coerenza tra il prodotto che acquistate e l’ambiente in cui lo inserite.

 

Funzioni e programmi

L’esame di una lavatrice durante la fase di selezione del proprio acquisto non può non tenere conto delle funzioni e dei programmi selezionabili. Questi dettagli caratterizzano il cuore pulsante dell’esperienza, e permettono di gestire e trattare il proprio bucato in maniera diversa in base a carico, tipologia dell’abito, colori e tantissimi altri dettagli.

Funzioni e programmi

Le funzioni, nello specifico, sono delle piccole aggiunte al processo di lavaggio tradizionale che potrebbero migliorare sensibilmente le prestazioni generali. Tra le funzioni più comuni ricordiamo ad esempio il vapore igienizzante, determinate meccaniche di movimento o ancora risciacqui potenti, Water Balance Plus, centrifughe, connessione NFC per il controllo remoto e dettagli smart come il riconoscimento del tipo di tessuto tramite sensori.

Le funzioni si uniscono a quelli che sono i programmi, ossia delle funzioni pre-impostate che permettono di trattare il carico in una determinata maniera sulla base di temperatura, durata, tipologia dei tessuti e tanto altro ancora.

Se cercate qualcosa di completo ma che aggiunga comunque un tocco più completo alla vostra esperienza, osservare il tasso di proposta delle funzioni e dei programmi può esservi utile per restringere il campo attorno a quella che sarà la vostra scelta.

 

Livello di Rumorosità lavatrice e centrifuga

Tra i dettagli finali che dovreste assolutamente considerare quando acquistate una lavatrice, non dimenticate di analizzare da vicino il livello di rumorosità e la forza della centrifuga.

Il livello di rumorosità (indicato in decibel) evidenzia quello che è il tasso di dispersione acustica generato dalla lavatrice mentre è in funzione. Come storicamente sappiamo, infatti, le lavatrici tendono ad essere strumenti particolarmente rumorosi, che quando posizionati all’interno di stanze confinanti con salotti, cucine e soggiorni, possono anche disturbare, soprattutto se attivate durante le ore notturne.

Proprio per questo motivo, focalizzare l’attenzione anche sui decibel emessi può essere un’indicazione interessante sul prodotto. In media, una lavatrice tradizionale produce almeno 60 db, che sono sicuramente un valore accettabile e poco rumoroso. Sono tanti però i modelli che vanno anche oltre i 75 db, caratterizzando delle soluzioni decisamente sonore.

Parlando di centrifuga, invece, quello che vi interessa in questo caso sono le RPM, ossia “Rotazioni per minuto“. Questo valore vi permette di comprendere quanto è potente una centrifuga, e quanto velocemente potrebbe terminare il ciclo. Una buona lavatrice garantisce almeno 1000 RPM, ma è chiaro che è possibile approcciare modelli che raggiungono anche le 1500 RPM.

 

Consumo e classe energetica

Infine, l’ultimo valore che può sicuramente influenzare una decisione in merito all’acquisto di una lavatrice è indubbiamente quello legato ai consumi ed alla classe energetica del prodotto.

Consumo e classe energetica

Ad oggi, fare attenzione ai consumi energetici di una lavatrice è fondamentale per provare a non rimanere schiacciato dalla pressione delle spese, e in questo le case produttrici non fanno altro che aiutare concretamente le persone. Proprio per questo motivo, il consiglio è quello di osservare i parametri e le classificazioni energetiche dedicate ai vari prodotti che si esaminano.

La classe energetica è un valore attribuito secondo una scala (dalla A alla E), dove la A rappresenta chiaramente la classe energetica più efficiente. Più un elettrodomestico risulta efficiente e maggiore sarà il risparmio energetico percepito in bolletta.

Allo stesso tempo, tuttavia, una buona classe energetica identifica anche un prodotto in grado di rispettare l’ambiente, e di ridurre notevolmente le emissioni energetiche che potrebbero essere dannose per l’ecosistema.

 

Come mantenere e pulire la tua lavatrice

Per concludere la nostra guida dedicata al mondo delle lavatrici ed alla loro scelta finale di acquisto, inseriamo una serie di consigli utili che possono essere fondamentali per la corretta pulizia e manutenzione dell’elettrodomestico. Come con tutti i prodotti di questo tipo, infatti, anche la lavatrice richiede un buon progetto di manutenzione a cadenza, attraverso il quale mantenere pulite le componenti fondamentali e permettere alla macchina di vivere a lungo, a prescindere dall’usura.

Come pulire e mantenere ottima una lavatrice?

  • Pulire il cestello almeno una volta al mese, a vuoto, sfruttando cicli ad alte temperature con detergenti adatti. Alcuni modelli di lavatrice includono dei programmi preimpostati per il lavaggio delle componenti interne;
  • La guarnizione che avvolge l’oblò dev’essere pulita con una certa cadenza, soprattutto all’interno delle intercapedini che possono catturare la sporcizia. In questo caso sarebbe ottimo utilizzare un panno umido imbevuto con acqua e aceto, per poi asciugare con un secondo panno;
  • Anche le vaschette del detersivo possono essere estratte e lavate a parte. Questo processo può essere eseguito anche con soluzioni di acido citrico, per la rimozione delle incrostazioni. Prima di re-inserirle nel proprio alloggiamento devono essere lasciate un po’ a scolare;
  • Il filtro è la parte più importante, da trattare almeno una volta ogni due mesi. Questo dev’essere estratto dal proprio alloggiamento e sciacquato sotto dell’acqua fredda, sfruttando uno spazzolino o una spugna abrasiva per raggiungere le parti più complesse. Ovviamente, il filtro dev’essere completamente asciutto prima di essere rimesso al proprio posto.
Staff di Comprissimo

Comprissimo.it è la tua guida fidata per le scelte migliori. Siamo una piattaforma di comparazione dedicata a semplificare le tue decisioni, offrendoti classifiche e recensioni di prodotti e servizi di alta qualità. Il nostro team di esperti lavora instancabilmente per garantirti risparmi di tempo, denaro e problemi, in modo che tu possa fare scelte informate con fiducia.

faq
Domande Frequenti