Torna indietro

Migliori Solette Antipronazione: Guida e 7 TOP del 2024

Migliori Solette Antipronazione: Guida e 7 TOP del 2024
Indice dell'articolo
Indice dell'articolo

Chi soffre del disturbo pronale del piede (condizione anche conosciuta con il nome di piede valgo), molto spesso riscontra numerose difficoltà per quanto riguarda la ricerca della scarpa giusta, di un presidio medico che possa consentire il corretto posizionamento del piede durante le camminate, le passeggiate, il lavoro o il tempo libero.

Questa patologia, da non confondere invece con quella del piede piatto (patologia totalmente differente) conduce a tutta una serie di disturbi che, se non gestiti in maniera attenta ed oculata, possono portare a problematiche che possono peggiorare sul lungo termine, costituendo disagi importanti.

Generalmente, i disturbi che causa il piede pronato sono rappresentati da un particolare mal di schiena su tutta la colonna vertebrale, ma anche su tutta la fascia lombare; ricordiamo anche mal di testa e affaticamento dopo le camminate, traumi e lesioni al calcagno o il cedimento dei suoi legamenti.

Come abbiamo anticipato, tuttavia, è possibile gestire il problema – ed evitare tutti i disturbi collegati allo scorretto posizionamento del piede – tramite le solette antipronazione, progettate e immesse sul mercato con lo scopo di correggere il movimento del piede.

Uno dei vantaggi principali dell’acquisto di questa tipologia di solette sta proprio nel comfort generato tramite l’inserimento della soletta nella scarpa da utilizzare.

In commercio è possibile trovare varie tipologie di solette antipronazione, ma non tutti sanno riconoscere le migliori.

Per questa ragione, oggi parleremo proprio di questo genere di prodotto in modo approfondito, scoprendo insieme le migliori solette antipronazione di questo 2024.

Pronti a camminare insieme a noi?

Migliori solette antipronazione per tipologia del 2024

Top 7 solette antipronazione selezionate da Comprissimo.it

Mostra altro

Uno sguardo più da vicino alle migliori 7 solette per pronazione

1
Valsole

VALSOLE solette ortopediche

VALSOLE solette ortopediche

Miglior solette antipronazione per supporto ad arco;


  • Materiale - TPU rigido, imbottitura in ortholite, cuscinetto in PU;
  • Caratteristica speciale - Assorbe gli urti;
  • Taglie - Dalla 38 alla 42.

Le solette ortopediche VALSOLE sono la soluzione che ottiene il primo posto nella nostra classifica. Si tratta di un prodotto indicato per quanto riguarda la patologia che coinvolge i piedi pronati. Una delle componenti fondamentali di queste solette che permette il giusto posizionamento del piede è proprio l’arco in sughero, elemento che permette all’apparato di essere solido ma anche elastico.

Il presidio permette di alleviare i dolori che si generano a partire da questa particolare condizione, favorendo una migliore protezione del tallone. Il design di queste solette si appoggia su un livello di ergonomicità della soletta importante, data principalmente dalla profonda coppa del tallone a U e dal supporto metatarsale, ideato per alleviare la pressione del piede e l’affaticamento.

Il supporto ad arco distribuisce e minimizza la pressione nel piede, mentre la parte del tacco mantiene la stabilità dell’osso del piede migliorandone, appunto, la stabilità. Si diminuisce così l’eccessiva pronazione del piede, fornendo benefici sul dolore e sull’agio generale.

Le solette ortopediche di VALSOLE sono perciò ideali per l’inserimento in scarpe da ginnastica, da trekking oppure stivali, ma non per le scarpe eleganti come quelle con tacchi a spillo: le solette sono indicate per essere indossate più in scarpe di grandi capacità, e poco raffinate.

Questo prodotto è concepito sia per uomo che per donna, con un range di compatibilità dalla misura 38 fino alla 42. Ciò rende queste solette adattabili a qualsiasi conformazione del piede (come ad esempio i piedi piatti) e ha un’ottima resistenza nel tempo.

  • Pro
  • proUnisex;
  • proSolette comode;
  • proAdattabile alla propria misura.
  • Contro
  • controQueste solette non si possono utilizzare su scarpe eleganti.

2
Larsaro – Arch Support Cushion

LARSALO plantari

LARSALO plantari

Miglior solette antipronazione per utilizzo quotidiano;


  • Materiale - Poliuretano termoplastico;
  • Caratteristica speciale - Previene il dolore al tallone;
  • Taglie - Dalla 37 alla 47.

LARSALO plantari offre una tipologia di soletta standard ma piuttosto versatile, ideale ad andare incontro al problema dei piedi pronati, soprattutto quando la patologia si evolve provocando dolori soprattutto a ginocchia e polpaccio.

Nonostante si scelgano delle scarpe particolari, infatti, spesso neanche i migliori modelli danno il giusto sostegno al piede, tantomeno ne correggono la forma. Ecco perché è importante l’utilizzo delle solette antipronazione, anche per un discorso di tradizionale prevenzione.

Utilizzando delle solette antipronazione LARSALO sarà possibile ridurre i danni subiti precedentemente, ma anche permettere il corretto posizionamento del piede nel momento in cui si cammina. Grazie alla struttura principale sarà dunque possibile evitare che si possa sforzare il polpaccio, o di mettere in pericolo i suoi legamenti.

Il materiale di composizione dei plantari, il TPU rigido, supporta l’arco del piede e avvolge il tallone quando magari si va a fare attività fisica all’aperto, come la corsa o gli allenamenti in palestra. Inoltre, anche il cuscino in silice PU sotto il tallone è molto utile e resistente, permettendo di assorbire gli urti che potrebbero turbare la posizione della pianta.

Il tessuto sulla superficie della soletta aiuta anche a mantenere i piedi freschi e inodore.

È possibile acquistare il prodotto in base al proprio numero grazie alla varietà di misure presenti, dalla 37 alla 47 di piede.

Adattabili a tantissime forme dei piedi, le solette LARSALO plantari sono versatili e comode. Il consiglio è quello di utilizzarle ogni giorno, in modo da correggere il problema dei piedi pronati e camminare nel modo più corretto.

  • Pro
  • proUnisex;
  • proTraspiranti;
  • proDifferenti misure.
  • Contro
  • controPuò risultare troppo rigida per chi ha i piedi piatti.

3
Scholl – Gel Activ Sport

Scholl in balance

Scholl in balance

Miglior solette antipronazione per prevenzione al dolore nella zona lombare;


  • Materiale - TPU rigido e cuscinetto in PU;
  • Caratteristica speciale - Previene il dolore alla zona lombare;
  • Taglie - S, M, L.

Tra i marchi più importanti nel mondo delle calzature mediche, Scholl è sicuramente il brand più conosciuto, grazie a tutti i prodotti realizzati e mirati alla cura dei piedi e al loro benessere. Un nome che ha sempre lavorato in modo da offrire prodotti pensati per regalare degli attimi di relax tutti per sé, ma anche per favorire una migliore stabilità per chi passa molto tempo a lavorare in piedi.

Le solette antipronazione in Balance sono il prodotto che Scholl lancia sul mercato, offerte a chi soffre di dolori nella zona lombare ma anche a chi si ritrova a dover prevenire i dolori generati dal piede piatto o dal piede pronato per l’appunto.

Queste solette, oltre a prevenire il dolore lombare, sono molto utili per attutire gli urti, in maniera tale da non sforzare ulteriormente il piede e la sua parte inferiore. Utilizzando le solette in balance di Scholl si potrà godere della giusta distribuzione del peso, cosa che permette di ridurre la pressione durante il momento della camminata.

Ciò gioverà anche alla stabilizzazione nella posizione del piede, in modo da poggiarlo nella maniera corretta durante la camminata e i momenti di staticità.

Questa soletta è adattabile a tutti i tipi di scarpe ed è possibile acquistarla in diverse misure, così da potersi adattare a qualsiasi piede ma anche alla sua conformazione, offrendo sollievo e comfort precisi.

  • Pro
  • proAdattabili al piede;
  • proUnisex;
  • proPer prevenire i dolori alla fascia lombare.
  • Contro
  • controDifficili da applicare.

4
PCSsole solette

PCSsole solette

PCSsole solette

Miglior solette antipronazione per attività sportive;


  • Materiale - Base in EVA e strato in schiuma alto assorbimento degli urti;
  • Caratteristica speciale - Allevia stanchezza da gambe e piedi;
  • Taglie - Fino a 9 misure diverse.

PCSsole solette rappresenta l’offerta migliore per tutti quegli utenti che sono principalmente alla ricerca di un supporto per i lavori pesanti, di qualsiasi tipo, assicurando una continua ammortizzazione degli urti e una giusta distribuzione del peso. Grazie all’arco semi rigido è infatti possibile utilizzare le solette anche durante le attività sportive, alleviando di gran lunga l’affaticamento di gambe e piedi durante l’attività specifica in corso.

Questo prodotto è perciò ideale per tutte le persone che, soffrendo della condizione del piede pornato, hanno bisogno di un sostegno che sia in grado di correggere la posizione del piede, soprattutto quando posto sotto sforzo.

La soletta PCSsole è formata da un cuscino a doppio strato – per offrire più comfort – realizzato a sua volta da una base durevole in schiuma in memory EVA, e da uno strato di schiuma ad alto assorbimento degli urti. Questa composizione permette di fornire un’ammortizzazione a doppio strato ed a lunga durata, ottima dunque per gli stress costanti.

Una delle particolarità principali – nella composizione della soletta – è il tessuto antiscivolo, progettato per essere traspirante e mantenere i piedi comodi e sempre asciutti. Il cuscinetto in gel sotto la parte inferiore delle solette può alleviare il dolore al tallone ed evitare la formazione di dolori al corpo.

È possibile acquistare l’articolo potendo scegliere fra 9 misure diverse, in modo da poter adattare la soletta alle proprie scarpe (soprattutto per le attività fisiche o il lavoro) ed alla propria conformazione del piede.

  • Pro
  • proAdatto a uomo e donna;
  • proCompatibile con qualsiasi tipo di scarpa;
  • proAdatta anche ai piedi piatti.
  • Contro
  • controRiscalda molto il piede, e dunque può risultare fastidiosa durante l’estate.

5
Goofort solette ortopediche

Goofort solette ortopediche

Goofort solette ortopediche

Miglior solette antipronazione per chi passa molto tempo in piedi;


  • Materiale - Gel in silice;
  • Caratteristica speciale - Ammortizzazione degli urti e supporto ad arco;
  • Taglie - Dalla 35 alla 46.

Le solette ortopediche Goofort sono principalmente composte da gel in silice, e pensate dunque per essere resistenti ma flessibili al tempo stesso. Questa composizione rende queste solette versatili, in gradi di essere correttamente utilizzate ed adattate con qualsiasi tipologia di scarpa comune. Inoltre, il punto forte di questo prodotto è la sua durabilità nel tempo, che definisce appunto una delle migliori proposte attualmente presenti sul mercato per vita utile.

È possibile acquistare queste solette dalla taglia 35 alla 46, in modo da essere portate sia da uomini che da donne che abbiano il piede piatto o la condizione da piede prono. Grazie al supporto ad arco, il piede sarà in grado di assumere la posizione corretta e di muoversi nello spazio nel modo più giusto, senza avere dolori al polpaccio o ai suoi legamenti.

La composizione in gel di silice e gli strati che compongono il corpo della soletta fanno in modo che, nel momento della camminata, gli urti vengano immediatamente ammortizzati e distribuiti sull’intera superficie, così da non stressare piedi, gambe e caviglie. Tutto ciò permette all’utente di percepire immediatamente la sensazione di sollievo, conferendo un primo impatto “wow” incredibilmente potente.

Questo prodotto viene espressamente consigliato a chi passa molto tempo in piedi, e dunque a chi passa le giornate a fare delle lunghe passeggiate, a chi pratica sport o a chi – semplicemente per via del lavoro – è costretto a passare molte ore in piedi.

  • Pro
  • proUtile per chi passa molte ore in piedi;
  • proSi diminuiscono i disturbi dovuti al piede prono;
  • proGrande varietà di taglie.
  • Contro
  • controBisogna prestare attenzione alle misure perché possibilmente non conformi.

6
QBK solette

QBK solette

QBK solette

Miglior solette antipronazione per capacità traspirante;


  • Materiale - PU, GEL e TPU;
  • Caratteristica speciale - Fasciante plantare e supporto ad arco;
  • Taglie - S, M, L.

Le QBK solette sono il prodotto adatto se si sta cercando qualcosa che sia pienamente performante e risolutivo nella gestione sia del problema della pronazione che della condizione del piede piatto, avendo quindi un doppio intervento tramite un unico prodotto.

Questo presidio plantare è formato da un supporto per l’arco che può alleviare la maggior parte dei dolori al piede, in particolare problemi come fascite plantare, tendinite d’Achille, la metatarsalgia e anche il mal di schiena. I materiali che sono stati impiegati per la formazione della soletta sono infatti molteplici: basti notare il cuscinetto in GEL elastico – utilizzato come ammortizzante – e il tallone a forma di U, che accompagna la giusta linea del piede prevenendone lo sforzo durante la camminata e tutti i disturbi che essa genera.

I plantari di QBK sono realizzati con materiali di alta qualità, come il PU e la piastra di supporto in TPU, garantendo che l’arco non collassi velocemente durante le proprie attività, lavorative o quotidiane che siano.

Inoltre, per rendere la soletta traspirante e resistente agli odori, la sua superficie è realizzata in velluto, il quale previene gli odori rendendo possibile la continua circolazione dell’aria all’interno della scarpa. La soletta, oltre a dare sostegno al piede e al polpaccio, ha un effetto rialzante che permette di supportare in maniera migliore il peso di chi indossa il prodotto.

  • Pro
  • proSolette traspiranti;
  • proDesign antiscivolo;
  • proEffetto rialzante.
  • Contro
  • controNon sono disponibili le taglie per bambini.

7
iFitna soletta da supporto plantare

iFitna soletta da supporto plantare

iFitna soletta da supporto plantare

Miglior solette antipronazione per materiali.


  • Materiale - Fibra termica EVA e cotone;
  • Caratteristica speciale - Resistenza allo scivolamento, comfort durante la camminata;
  • Taglie - Dalla 38 alla 48.

Le solette da supporto plantare iFitna sono infine realizzate con i migliori materiali per permettere ai piedi, anche con condizione prona, di correggersi ed offrire all’utente l’occasione di non soffrire più dei disturbi causati dalla condizione, che non sono di certo pochi.

I materiali utilizzati sono infatti prevalentemente la fibra termica EVA e il cotone: tale fusione è pensata in modo da rendere la soletta traspirante e termoregolatrice in base al clima in cui ci si trova. Questa caratteristica è estremamente importante, perché da ciò verrà determinato l’utilizzo finale delle solette sulla base di attività e condizione esterna.

Grazie al loro essere versatile, le solette di iFitna possono essere utilizzate sia da donne che da uomini, su qualsiasi tipologia di scarpa, adattandosi alle forme del piede che le andranno ad utilizzare. Le dimensioni della soletta vanno dunque dalla 38 alla 48: per permettere un’ulteriore regolazione in base al proprio bisogno, sarà possibile tagliarle e “customizzarle” adeguatamente, con un livello di personalizzazione molto più alto rispetto ad altri prodotti dello stesso genere.

Il design della struttura a tre strati è dunque adatto alla maggior parte delle persone, e può aiutare i camminatori e i corridori con affaticamento del piede a trovare un adeguato supporto ammortizzante.

Inoltre, grazie ai materiali di formazione, il piede sarà fresco in estate e caldo in inverno.

  • Pro
  • proAdatto all’uso quotidiano ma anche sportivo;
  • proFacilmente adattabili alla propria misura;
  • proSolette adattabili al clima.
  • Contro
  • controPuò risultare scomodo per chi ha il piede piatto.

Tabella di comparazione delle migliori solette antipronazione

trofeo
1
trofeo
2
trofeo
3
MaterialeTPU rigido, imbottitura in ortholite, cuscinetto in PU;Poliuretano termoplastico;TPU rigido e cuscinetto in PU;Base in EVA e strato in schiuma alto assorbimento degli urti;Gel in silice;PU, GEL e TPU;Fibra termica EVA e cotone;
Caratteristica specialeAssorbe gli urti;Previene il dolore al tallone;Previene il dolore alla zona lombare;Allevia stanchezza da gambe e piedi;Ammortizzazione degli urti e supporto ad arco;Fasciante plantare e supporto ad arco;Resistenza allo scivolamento, comfort durante la camminata;
TaglieDalla 38 alla 42.Dalla 37 alla 47.S, M, L.Fino a 9 misure diverse.Dalla 35 alla 46.S, M, L.Dalla 38 alla 48.
Traspirantenosìnosìsìsìsì
Tipologia di piedePiede piatto o pronatoPiede piattoPiede normale o pronatoTutti i tipi di piedePiede pronatoPiede piatto o pronatoTutti i tipi di piede
Mostra altro

Pronazione: Comprendere il Problema

Ora che abbiamo un’idea piuttosto chiara di quelle che sono le migliori solette antipronazione attualmente disponibili sul mercato, possiamo finalmente dedicarci alla comprensione del problema alla base della necessità: cos’è la pronazione del piede? Con “pronazione” si intende la rotazione fisiologica del piede verso l’interno. Si tratta del movimento che si esegue naturalmente per distribuire il peso ed ammortizzare l’impatto.

piede pronato

Chi soffre di pronazione, dunque, esegue un movimento ed un posizionamento del piede errato, innaturale, cosa che lo porta a sviluppare diversi problemi.

La condizione del piede pronato è una problematica che colpisce molti individui, portandoli sul lungo termine a dover fare i conti con le conseguenze che ne derivano. Tale condizione conduce spesso a sintomi come mal di schiena, dolore lombare persistente, problemi alle ginocchia e problemi al tallone.

Il piede pronato è però una di quelle condizioni che può essere variabile da persona a persona: nonostante ciò, oggi ci è possibile riconoscere due tipologie principali:

  • Supinatori: nel momento in cui si cammina, il piede tende ad andare verso il lato esterno con una rotazione verso l’interno. La parte che ammortizza gli urti è la parte inferiore della gamba. La pressione si concentrerà interamente sulle dita esterne del piede, cosa che comporta lesioni nelle zone della caviglia, ai tendini del tallone ma anche disturbi alla fascia plantare;
  • Iperpronatori: in questo specifico caso, il tallone tende sempre ad andare verso la parte esterna, ruotando internamente allo stesso tempo. Ciò causa il trasferimento del peso nella parte interna del piede, cosa che può causare distorsioni alla caviglia, la formazione di calli – soprattutto nelle prime due dita dei piedi – e problemi al tallone.

Per evitare che i disturbi generati da questa condizione possano peggiorare ulteriormente, è possibile ricorrere all’utilizzo delle solette antipronazione, ideate col fine di indirizzare il piede nella direzione corretta durante la camminata, la quotidianità o le attività sportive.

 

Differenza tra piede piatto e pronazione

Le condizioni del piede piatto e del piede pronato vengono molto spesso confuse, utilizzate per indicare cose simili. In realtà, nonostante si parli sempre di piedi, i due disturbi presentano delle differenze importanti. Vediamo insieme quali.

piede piatto confronto piede pronato

Il piede piatto è definito tale quando l’arco plantare è ridotto rispetto alla media, in posizione eretta ovviamente, oppure se è completamente assente. Inoltre, è possibile osservare ciò dalla tendenza che ha il piede, o meglio, in quando la parte posteriore del piede è ruotata verso l’esterno. Ciò viene definito come “calcagno valgo” oppure “retropiede valgo”, situazione che può essere associata ad una riduzione dell’arco oppure all’innalzamento dell’arco plantare.

Per quanto riguarda il piede pronato – o della “sindrome pronatoria” – s’intende una condizione in cui avviene lo spostamento verso l’esterno del retropiede. Ciò deve però causare anche un cedimento verso l’interno di tutto il piede e un conseguente passo errato durante le passeggiate o le attività sportive causando una diversa distribuzione del peso su gambe, caviglie e piedi. Questa è la pronazione, quando clinicamente diventa problematica.

 

Impatto sulla salute

Sia il piede piatto che il piede pronato hanno ovviamente un impatto sulla salute del soggetto, portando a sintomi come:

  • Calli;
  • Dolore al tallone;
  • Dolore alle caviglie;
  • Dolore al ginocchio;
  • Dolore persistente sulla fascia lombare;
  • Mal di schiena.

Questi non sono sintomi da sottovalutare: nel caso in cui si manifestino problematiche di questo tipo, appurate e verificate anche da un medico professionista, è possibile ricorrere all’utilizzo delle solette antipronazione, che vanno bene su qualsiasi conformazione di piede. Partendo dal piede, infatti, qualsiasi problematica è potenzialmente dolorosa e difficoltosa nella guarigione, proprio perché dalla base del corpo dipendono tantissime altre componenti dello scheletro e della muscolatura.

Per gestire il piede piatto è dunque possibile ricorrere all’utilizzo di plantari correttivi per i bambini e compensativi negli adulti. Inoltre, altra cosa che potrebbe essere di grande aiuto, è il rinforzo muscolare del piede tramite degli appositi esercizi da eseguire periodicamente.

 

Come capire se si ha il piede pronato

Prima di muoversi in maniera veloce acquistando delle solette antipronazione, comunque, sarebbe importante verificare l’effettiva soggezione di questa “patologia”, in maniera tale da compiere acquisti andando a risolvere un problema effettivamente presente. Capita spesso, infatti, di associare dei normali mal di schiena ad una pronazione, quando invece i piedi stanno più che bene.

Capire se si è affetti da una patologia che comporta la pronazione del piede non è difficile.

Per un primo controllo personale, sarà infatti necessario osservare se il calcagno tende verso l’interno, e se il piede cede verso l’interno. Per attutire i problemi che derivano da ciò, è dunque possibile ricorrere all’utilizzo delle solette anti pronazione, in modo da attutire e ammortizzare gli urti durante la camminata.

Le cause per la quale si potrebbe avere il piede pronato possono essere diverse, con una diagnosi già in età precoce. Se individuata in giovane età si può intervenire in modo da correggere definitivamente questo difetto, o limitarlo al minimo.

Le cause per la quale un soggetto può avere il piede pronato possono essere di natura:

  • Congenita: se la parte del calcagno non si è sviluppata correttamente durante il periodo di gravidanza, se il feto era in una posizione che non consentiva il giusto sviluppo del calcagno;
  • Cause post traumatiche: se il calcagno ha subito una lesione nella sua struttura.

 

Solette antipronazione: cosa sono e come sono fatte

Le solette antipronazione sono quindi uno strumento ideato per aiutare tutti gli individui che soffrono di questa particolare patologia che coinvolge i piedi, ma anche caviglie, gambe e ginocchia.

soletta antipronazione

Il corpo è interamente collegato e dunque, se la base del corpo non sta bene, conseguentemente ne subiranno ripercussioni anche le altre parti. Per evitare di peggiorare ulteriormente la situazione che comporta la pronazione dei piedi, è possibile ricorrere all’utilizzo delle solette antipronazione, i presidi concepiti proprio per risolvere (o quantomeno ridurre) i problemi ivi associati.

Questi prodotti, oltre ad essere adattabili a tutte le conformazioni di e scarpe, sono degli strumenti che fanno in modo di correggere la direzione del piede nel momento in cui effettua la camminata, distribuendo il peso e direzionando nel modo giusto il calcagno (zona perennemente a rischio di lesioni se si ha il piede pronato). Si cerca di correggere la pronazione.

I materiali che solitamente compongono le solette antipronazione sono il memory foam, il PU, il TPU e il gel in silice. Questi elementi rendono la soletta uno strumento perfetto per ogni scarpa, generando comfort ed allo stesso tempo correggendo l’andatura del piede. Tra le funzioni fondamentali di queste solette, comunque, ricordiamo che questi elementi permettono di ammortizzare l’impatto dal terreno nel modo più corretto possibile, facilitando il rilassamento.

La traspirazione della soletta è di fondamentale importanza, anche perché ciò determinerà la sua adattabilità ad ogni tipologia di clima. Altri elementi che caratterizzano questa tipologia di prodotto sono gli archi semi rigidi, e la forma ad U nel calcagno, in modo da permettere al piede di riprendere la sua forma naturale.

 

Benefici per piede e postura

I benefici che trae la persona dall’utilizzo delle solette ortopediche, sia per piede piatto che per antipronazione, influiscono di gran lunga sul benessere dei piedi e della postura. Naturalmente, prima di utilizzare un prodotto ortopedico, è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di fiducia, in modo tale da comprendere come agire sul problema.

L’utilizzo delle solette non può far altro che aiutare la persona a distribuire il peso nelle zone giuste, così da camminare nella maniera corretta cercando di correggere l’errore di posizionamento, senza la presenza di alcun rischio legato al benestare del calcagno, zona molto delicata ed esposta, sempre a rischio di lacerazione per via della condizione del piede prono.

Altro beneficio che viene fornito dall’utilizzo delle solette sta proprio nella presenza di un arco semi rigido, che aiuta il piede a prendere la posizione giusta. Tale impostazione aiuta ulteriormente la postura e la camminata.

La base del corpo è effettivamente rappresentata dai piedi; di conseguenza, per evitare qualsiasi fastidio o dolore in altre parti del corpo – quali gambe, caviglie e piedi – è necessario che questi vengano subito trattati.

 

Come scegliere le migliori solette antipronazione

La parte finale della nostra analisi completa sul mondo delle migliori solette antipronazione passa dunque per il solito percorso di riconoscimento, una sequenza di fattori chiave che devono essere considerati per valutare concretamente l’efficacia di un paio di solette all’interno di specifici contesti.

Come scegliere le migliori solette antipronazione

Per scegliere le migliori solette antipronazione è necessario che si osservino i seguenti requisiti specifici:

  • La composizione dei materiali;
  • La qualità del supporto all’arco plantare;
  • L’ammortizzazione e l’assorbimento degli urti;
  • L’adattabilità della soletta ad alcuni tipi di calzature;
  • Le opinioni degli utenti.

In base alla conformazione del proprio piede e dei disturbi che presenta, è necessario porsi all’acquisto con un occhio critico, in modo da poter procedere all’acquisto di un prodotto che sicuramente sarà in grado di soddisfare le proprie esigenze. Come già consigliato precedentemente, nel caso in cui si voglia acquistare uno strumento ortopedico, è di fondamentale importanza parlare prima con il proprio medico di fiducia, o consultarsi con un podologo specializzato, in modo da comprendere se sia il caso di acquistare un presidio medico o meno.

Osserviamo più da vicino tutti i punti della lista dei requisiti, necessari a scegliere la giusta soletta, la più  adatta a risolvere la problematica del piede pronato.

 

Materiale e Comfort del piede

L’analisi dei materiali è di fondamentale importanza quando si deve scegliere un paio di solette, perché la soletta singola sarà l’elemento che favorirà comfort al piede, nel momento della camminata o di qualsiasi altra attività.

Le solette antipronazione più comuni sono quelle che includono, nella loro formula principale, il gel in silice, il PU e il TPU. Questi elementi, in seguito a diversi studi, sono stati catalogati come i migliori per la risoluzione delle problematiche causate dalla condizione del piede pronato, grazie al supporto che viene conferito nelle aree critiche di questa patologia.

Attraverso la forma ad U situata nella parte del calcagno della soletta e dell’arco plantare, che dà sostegno e comfort al piede, la direzione delle gambe e il modo in cui il piede poggia sul terreno cambiano drasticamente, in meglio.

Il piede pronato solitamente ammortizza gli urti tramite la parte esterna del piede o la parte interna, movimento che, se eseguito frequentemente, può causare dei grossi danni al calcagno e a tutte le zone del piede, quali la caviglia, la gamba fino ad arrivare al ginocchio.

Possiamo quindi affermare che l’utilizzo di una soletta antipronazione debba puntare molto sul livello di comfort, cercando di offrire sia uno strumento volto alla riduzione di dolori e problemi che un prodotto in grado di rilassare la tensione sul piede, accumulata dopo tempo di pronazione errata.

 

Supporto all’arco plantare

Il supporto all’arco plantare è una delle parti fondamentali per una soletta antipronazione. Questa può infatti essere morbida, semirigida o rigida, in modo da rendere la soletta adattabile a qualsiasi tipologia di piede, che sia piatto, pronato o neutro.

Supporto all'arco plantare

L’arco plantare è una parte fondamentale nel piede e all’interno della soletta, perché è la componente che permette la corretta distribuzione del peso sul piede, sia da fermi sia durante la camminata.

Inoltre, per impedire qualsiasi squilibrio nel momento in cui ci si muove, l’arco plantare della soletta ammortizza gli urti e permette al piede di adattarsi a qualsiasi tipo di terreno, evitando di causare troppo stress al calcagno ma anche ad altre parti del corpo.

Una delle problematiche che crea la condizione del piede prono è proprio il dolore all’arco plantare che, a sua volta, può essere aggravato per via dell’aumento di peso, dell’età, di attività che costringono l’individuo a stare in piedi per molte ore, lo stress a livello fisico o i piedi piatti. Altre condizioni che causano dolore all’arco plantare possono essere la fascite plantare, la disfunzione del tendine tibiale posteriore, il piede con un arco molto alto o, appunto, la condizione di cui abbiamo parlato precedentemente, l’iperpronazione.

Cercate dunque delle solette che forniscano il giusto quantitativo di supporto sulla base della forma della vostra arcata plantare: chi possiede un arco ridotto avrà bisogno di minor supporto, mentre chi conta su un arco pronunciato avrà bisogno di qualcosa di customizzato sulle proprie necessità.

 

Ammortizzazione e assorbimento urti

Uno dei compiti primari che deve svolgere una soletta antipronazione è proprio quella di ammortizzare e assorbire gli urti nel momento in cui l’individuo, affetto da questa problematica, deve eseguire dell’attività di camminata, corsa o staticità.

L’assorbimento e l’ammortizzazione degli urti sono anche determinati dallo spessore della soletta: più spessa sarà la soletta, maggiore sarà l’assorbimento degli urti provocati dalla camminata.

Anche i materiali impiegati sono molto importanti nell’ammortizzazione: il PU è il materiale più utilizzato per le solette ortopediche, proprio per le sue proprietà di antiscivolamento e ammortizzatore degli urti. Assorbe bene qualsiasi colpo, di qualsiasi potenza, permettendo al piede di percepire meno la pressione derivante da differenti attività.

Ciò è anche importante per quanto concerne le eventuali fratture che potrebbero verificarsi al calcagno o altre patologie che potrebbero causare problemi al piede.

 

Adattabilità alle calzature

Le solette devono sì essere abbastanza rigide da sostenere il piede per proteggerlo dagli urti, ma allo stesso tempo devono anche essere flessibili, in modo da poter essere un prodotto in grado di amalgamarsi alla perfezione con tutte le tipologie di calzature che si possiedono.

Adattabilità alle calzature

Nel caso in cui la soletta risulti troppo dura e impossibile da adattare a tutte le scarpe, vuol dire che il prodotto in questione non è stato progettato per essere un elemento versatile, e dunque poco adattabile a diversi tipi di calzature.

La scelta migliore è quella di optare per l’acquisto di una soletta che sia in grado di essere utilizzata sia con le scarpe da lavoro che con gli stivali eleganti, passando dalle scarpe dedite alle attività fisiche ai modelli più casual.

Il fattore “versatilità e qualità” comprende anche l’essere unisex, con prodotti formulati e predisposti all’utilizzo sia su scarpe maschili che femminili. Le solette antipronazione che vengono preferite, in questo frangente, sono quelle semirigide.

 

Opinioni degli utenti

Infine, per scegliere le solette antipronazione migliori per la propria situazione, è necessario dare sempre uno sguardo alle opinioni degli utenti. Leggere le recensioni e i pareri, positivi o negativi che siano, è molto importante per comprendere se il prodotto è adatto a soddisfare le proprie esigenze o meno.

Uno dei fattori positivi che emergono proprio leggendo le recensioni è che diventa semplice trovare altri utenti con le stesse problematiche. Leggerne le opinioni può quindi essere molto interessante, soprattutto per comprendere se il prodotto, visti i punti in comune con le proprie patologie, soddisfa i requisiti e agisce come deve.

Proprio per questa ragione, non bisogna mai farsi ingannare dalle promesse che un venditore assicura: la giusta strategia è quella di dare sempre uno sguardo anche a tutte le recensioni, e comprendere se vale la pena procedere con l’acquisto del prodotto sulla base del parere medio che ne hanno gli utenti.

Attraverso le recensioni è infatti più semplice avere una panoramica inedita del prodotto, delle informazioni che i venditori non sono mai soliti condividere con i propri clienti. Questo permette di avere un occhio a più ampio respiro, e di conoscere meglio le caratteristiche eseguendo valutazioni molto più mirate.

 

Consigli per l’uso quotidiano

Chiudiamo con una manciata di consigli per l’uso quotidiano delle solette antipronazione.

Come prima cosa, ricordate di acquistare delle solette che siano ideate appositamente per correggere il problema della pronazione del piede, che posseggano un supporto dell’arco plantare semirigido e che siano a base di materiali traspiranti e durevoli nel tempo. In questa guida abbiamo osservato delle valide scelte di solette che sono mirate a risolvere le problematiche che causa il piede pronato.

Nel caso questa sia la prima volta che si voglia acquistare delle solette, e non si sappia da dove iniziare, allora sarebbe necessario sapere molto altro.

  1. Indossate le solette antipronazione regolarmente e giornalmente, per mantenere corretto l’allineamento del piede;
  2. Cercate un adattamento graduale, indossandole ogni giorno seppur per brevi periodi, allungando via via la permanenza;
  3. Sostituite regolarmente le solette, inserendo modelli nuovi una volta ogni 2/3 mesi;
  4. In base al modello, consultate le eventuali istruzioni: potrebbero contenere consigli aggiuntivi;
  5. Scegliete la taglia giusta;
  6. Ascoltate il vostro corpo: se con le solette provate disagio o dolore, consultate un professionista esperto per una consulenza mirata.

Altro consiglio di fondamentale importanza: controllate che la zona del calcagno non sia troppo stretta: per avere un supporto maggiore, vengono spesso consigliate le solette con una forma ad U, in modo da dare più stabilità del peso sul piede.

Staff di Comprissimo

Comprissimo.it è la tua guida fidata per le scelte migliori. Siamo una piattaforma di comparazione dedicata a semplificare le tue decisioni, offrendoti classifiche e recensioni di prodotti e servizi di alta qualità. Il nostro team di esperti lavora instancabilmente per garantirti risparmi di tempo, denaro e problemi, in modo che tu possa fare scelte informate con fiducia.

faq
Domande Frequenti