Torna indietro

Migliori integratori per la stanchezza fisica e mentale

Migliori integratori per la stanchezza fisica e mentale

Top 7 migliori integratori per la stanchezza selezionati da Comprissimo.it

Approfondimento prodotti o servizi
Indice dell'articolo

Ansia, stress e affaticamento sono tre delle caratteristiche più comuni nella vita di chiunque, ogni giorno. Tra lavoro, studio “matto e disperatissimo” e le varie problematiche della vita, arrivare al termine della giornata con un alto livello di stanchezza fisica e mentale rappresenta – per molti – la normalità. Se stai leggendo questa pagina, molto probabilmente hai pensato di assumere integratori per combattere queste sensazioni di malessere, ma molto probabilmente non sai da dove cominciare.

Non è così?

Gli integratori per la stanchezza fisica e mentale sono una soluzione ideata principalmente per due motivi: fornire la carica giusta a chi ne ha bisogno e aiutare le persone ad affrontare le sfide quotidiane con più energia possibile, specie quando questa lascia a desiderare.

Soprattutto nei grandi periodi di stress, proveniente da lavoro o da qualsiasi altra motivazione, la stanchezza è in grado di rovinare completamente l’approccio che si ha verso le attività più comuni, andando non solo a peggiorare le prestazioni generali della persona, ma inficiando anche sul rapporto con gli altri ed il modo con cui si affrontano determinate situazioni.

Ecco quindi che gli integratori energetici possono offrire un supporto molto importante; che siano a base di minerali e vitamine, con formule specifiche dedicate a funzioni cognitive e fisiche: si tratta di un mercato ampio e vasto tanto quante sono le cause possibili di stanchezza e stress generale.

Una varietà così larga, tuttavia, potrebbe confondere chi non conosce affatto questo genere di prodotti.

Rimani con noi e scopri ora i migliori integratori per la stanchezza fisica e mentale!

Uno sguardo più da vicino ai nostri 7 migliori integratori per Stanchezza

1
FreeFire Energy

FreeFire Energy

FreeFire Energy

  • Contenuto - 60 capsule
  • Raccomandazioni - 2 capsule al giorno;
  • Ingrediente Principale - Estratto di foglie di the verde, di cui polifenoli

Il primissimo integratore per la stanchezza che consigliamo con la nostra classifica è il FreeFire Energy, uno speciale integratore pensato, progettato e realizzato con lo scopo di ridurre ampiamente il livello di stress e migliorare le proprie condizioni di vita in maniera semplice e dinamica. Si tratta di un integratore realizzato principalmente con ingredienti naturali o di origine vegetale, che lavora sia sulla qualità della vita quotidiana che sull’aspettativa di vita generale.

Sfruttando i principi attivi dei suoi componenti infatti – come ad esempio quelli del resveratrolo – riduce significativamente il livello di stress nelle persone che lo assumono, lavorando distendendo i nervi e calmando la mente ed il corpo.

FreeFire Energy è quindi una carica energetica naturale senza zuccheri e senza glutine, consigliato principalmente a chi compie giornalmente dei lavori che richiedono uno sforzo tanto mentale quanto fisico, e che dunque consumano un altissimo livello di energia con conseguenti sensazioni di stress.

Essendo poi composto da sostanze completamente naturali, estratte da elementi come alghe e piante, questo integratore per lo stress e la stanchezza non conferisce assuefazione e non crea dipendenza, rendendosi quindi perfetto anche giornalmente e durante i periodi più ostici nel lavoro e nella vita quotidiana.

Il dosaggio consigliato è di massimo 2 capsule al giorno.

Una scelta naturale, biologica ed intelligente, che vi darà una vera e propria carica energetica di fuoco!

  • Pro
  • proCosto abbordabile
  • proRealizzato con soli elementi naturali
  • proAzione diretta contro lo stress intenso e l'affaticamento
  • Contro
  • controUn pacco include "solo" 60 capsule
  • controSarebbe opportuno non eccedere la dose giornaliera
2
Carnidyn Fast

Carnidyn Fast

Carnidyn Fast

Miglior integratore per la stanchezza da caldo


  • Contenuto - 20 bustine da 6 g
  • Raccomandazioni - 1/2 bustine al giorno;
  • Ingrediente Principale - Creatina anidra; sodio fosfato monobasico anidro; potassio fosfato monobasico ecc...

In seconda posizione troviamo un integratore per la stanchezza che, soprattutto in riferimento alla stagione appena passata, ha davvero fatto la differenza per tantissimi utenti in giro per l’Europa. L’integratore Carnidyn Fast, infatti, è un integratore per la stanchezza e l’affatticamento che concentra buona parte dei suoi effetti allo stress causato da caldo e stanchezza affine.

Si tratta di un prodotto che punta principalmente a riequilibrare il contenuto idrosalino dell’utente, integrando appunto sostanze come propionil-l-carnitina, sali minerali, vitamine, creatina e coenzima Q10.

Attraverso questi elementi, dunque, non si combatte solo la stanchezza da caldo, ma si lavora contemporaneamente sul recupero dell’energia, al fine di ottimizzare le prestazioni fisiche perdute durante l’escursione termica che precede solitamente l’assunzione dell’integratore.

Senza glutine e di origine animale, Carnidyn Fast bilancia i processi biologici, sostiene l’organismo, ottimizza il recupero del tono muscolare e conferisce una scarica di energia generale (sul lungo termine) che aiuta a ridurre la stanchezza e la sensazione di spossatezza, tipiche sia del caldo che di situazioni di stress lavorativo o da studio.

Grazie anche ad elementi come potassio, zinco e selenio, inoltre, Carnidyn agisce sulle cellule, allontanando il rischio di stress ossidativo.

Ciò lo rende perfetto per chi soffre il caldo, sì, ma anche per quegli utenti che sono soggetti a grandi momenti di stress ed affaticamento fisico e che hanno bisogno di un supporto importante per affrontare la giornata con il giusto approccio e spirito mentale.

  • Pro
  • proTra i brand più famosi nel settore
  • proOttimo per chi soffre il caldo e lavora molto col fisico
  • proAzione diretta su stanchezza fisica, affaticamento del tono muscolare e recupero idrosalino
  • Contro
  • controDisponibile solo in formato bustina
  • controIl recupero dell'energia non è istantaneo
3
Sofar Enterolactis Plus

Biomagen

Biomagen

Miglior integratore per la stanchezza con sali minerali


  • Contenuto - 20 bustine;
  • Raccomandazioni - 1 bustina al giorno a stomaco pieno;
  • Ingrediente Principale - Potassio citrato e magnesio.

La nostra classifica dei migliori integratori per la stanchezza prosegue la sua corsa con il Biomagen senza zuccheri, un integratore alimentare di sali minerali che contiene magnesio, potassio, zinco e vitamina C. Parliamo di un integratore ottimo per combattere i sintomi di stanchezza ed affaticamento, ma utile anche contro i crampi, i sintomi della sudorazione eccessiva o l’afa.

La particolarità di questo integratore è sicuramente data dalla sua composizione specifica: essendo infatti esente da glutine e lattosio, si rende adatto a chi segue diete specifiche come quelle ipocaloriche o ipoglucidiche, svolgendo un’azione completa e rinvigorente su diverse componenti dell’organismo.

Grazie al magnesio incluso, ad esempio, Biomagen contribuisce al corretto mantenimento dell’equilibrio elettrolitico delle cellule, riducendo così al contempo anche la stanchezza e l’affaticamento, oltre a regolare processi complessi come quelli del metabolismo energetico.

Inoltre, grazie a potassio, zinco e vitamina c, questo integratore risulta perfetto anche per il mantenimento di una buona pressione del sangue, nonché per la protezione dello stato di salute delle cellule e per le normali funzioni quotidiane del sistema immunitario dell’utente.

Biomagen rappresenta quindi una buona scelta per chi ha bisogno di un’integrazione completa di sali minerali, che agisca in maniera completa e lavori totalmente sul normale svolgimento delle funzioni del corpo.

  • Pro
  • proAzione completa
  • proSenza glutine e lattosio
  • proRegola anche pressione sanguigna e sistema immunitario
  • Contro
  • controIl dosaggio si limita a 1 bustina al giorno
4
Polase Plus

Polase Plus

Polase Plus

Miglior integratore per la stanchezza e la fatica fisica generale


  • Contenuto - 36 bustine;
  • Raccomandazioni - Massimo 2 bustine al giorno dopo i pasti;
  • Ingrediente Principale - Citrato di Magnesio; Gluconato di Potassio; Correttore di acidità.

Chi ha un po’ di familiarità con il mondo degli integratori di questo tipo, con molta probabilità avrà già sentito parlare di Polase Plus, uno degli integratori più famosi in commercio ma anche uno di quelli con l’azione più semplice. Si tratta infatti di un integratore a base di magnesio, potassio e sali minerali, che punta a combattere e debellare soprattutto la stanchezza e la fatica fisica.

Tra i suoi punti di forza, che ad alcuni potrebbe anche non interessare molto, troviamo la sua composizione chimica, che include direttamente succo d’arancia e mandarino. Grazie a questa integrazione, in comunione con magnesio e potassio in dosaggio maggiore rispetto al formato “classic”, regola in maniera più precisa i processi fisici e metabolici necessari ad elaborare stanchezza e spossatezza, anche quella dovuta a caldo ed afa estiva.

Ottimo per ricaricare le forze dopo un lungo periodo di stress, questo integratore ha dalla sua parte anche un alto tasso di assimilabilità dei sali minerali inclusi, i quali vengono elaborati molto velocemente per un effetto altrettanto rapido.

Riduce la stanchezza, agevola il funzionamento muscolare e riporta sulla corretta strada anche il metabolismo energetico, sfalsato proprio da caldo e stanchezza.

Senza lattosio e senza glutine, cosa che lo rende adatto praticamente a tutti.

  • Pro
  • proCon vero succo d'arancia
  • proAzione classica e rinvigorente
  • proOttimo d'estate
  • Contro
  • controNel formato da 24 unità, il prezzo risulta un po' alto
  • controAdatto principalmente agli adulti
5
Apropos

Apropos Vita+

Apropos

Miglior integratore per la stanchezza da attività fisica intensa


  • Contenuto - 24 bustine
  • Raccomandazioni - 2 bustine al giorno sciolte nell'acqua
  • Ingrediente Principale - Saccarosio

Per tutti quegli utenti che si ritrovano spesso a compiere delle attività fisiche di tipo intenso troviamo invece l’integratore Apropos, uno speciale integratore di sali minerali in bustine che agisce principalmente nel bilanciamento del fabbisogno fisiologico, nella gestione della sudorazione e nella compensazione delle energie perdute per chi esegue particolari sforzi fisici nel corso della giornata.

Questo integratore si rende dunque adatto in tantissime occasioni e situazioni differenti, partendo sempre dalla gestione del metabolismo energetico ed adattandosi alle richieste del corpo e dell’organismo, proponendo contemporaneamente anche il giusto bilanciamento elettrolitico delle cellule.

Questo specifico integratore, dunque, è proposto soprattutto a sportivi e lavoratori fisici, i quali impiegano in maniera piuttosto frequente ed intensa le loro forze energetiche dirette. Per il conseguente affaticamento, Apropos ha un occhio di riguardo, fornendo una ricarica intelligente per le funzioni che consumano il maggior apporto di zuccheri ed energia.

È per questo motivo che la formula generale impiega soprattutto magnesio e potassio, ed è per questo motivo che Apropos viene spesso additato come “l’integratore degli sportivi“.

  • Pro
  • proOttimo per i grandi consumi energetici
  • proGusto arancia
  • proBilanciamento elettrolitico
  • Contro
  • controNon agisce contro la fatica da caldo
  • controInadatto alla stanchezza mentale
6
Be-Total Plus

Be-Total Mind Plus

Be-Total Mind Plus

Miglior integratore per la stanchezza mentale


  • Contenuto - 20 bustine
  • Raccomandazioni - 1 bustina al giorno, per bocca o sciolta in acqua
  • Ingrediente Principale - Vitamina B Fosfoserina Glutammina.

Se invece siete alla ricerca di un integratore che vi aiuti a combattere soprattutto la stanchezza mentale, una delle opzioni principali su cui è possibile appoggiarsi è rappresentata da Be-Total Plus Mind, un integratore a base di vitamina B che lavora come un vero e proprio supporto mentale per gli utenti, consigliato principalmente come un valido alleato durante i periodi di studio intenso e di lavoro mentale particolarmente accentuato.

Ottimo quindi sia per studenti che per lavoratori da ufficio, questo integratore supporta le prestazioni mentali grazie all’impiego di Acido Pantotenico, agisce sul sistema nervoso distendendo i nervi (impiegando appunto vitamina B, B2, B6 e B12) e sostiene contemporaneamente la regolare funzione psicologica dell’utente che l’assume, riducendo stanchezza ed affaticamento.

Prendersi cura della propria mente è importante tanto quanto prendersi cura del corpo: questo integratore lavora bene anche sul metabolismo energetico generale, fornendo il giusto comparto di energia anche quando la stanchezza mentale influisce sulle prestazioni fisiche dell’utente.

Be-Total Plus Mind è quindi un integratore a tutto tondo, specializzato sì nella gestione delle funzioni mentali ma comunque non esente dal lavoro sull’integrazione delle energie e del metabolismo affine.

Perfetto per chi soffre la stanchezza mentale come un deficit fisico.

  • Pro
  • proPerfetto per studenti e lavoratori d'ufficio
  • proAgisce anche sulla stanchezza fisica
  • proRegola il normale funzionamento psicologico
  • Contro
  • controContiene nicotinamide, leggermente acido
7
Hydro Vitaviv

Hydro Vitativ

Hydro Vitaviv

Miglior integratore per la stanchezza ad idratazione rapida


  • Contenuto - 10 bustine
  • Raccomandazioni - 1 o 2 bustine al giorno
  • Ingrediente Principale - Elettroliti e Vitamina C.

Infine, come ultimo integratore per la stanchezza della nostra classifica giornaliera ci sentiamo di consigliare Hydro Vitaviv, uno speciale integratore a base di elettroliti e vitamina C pensato soprattutto per l’integrazione di materiale idratante e per l’idratazione rapida delle cellule e dei tessuti convolti nell’affaticamento.

Questo integratore è dunque progettato e proposto sul mercato come la miglior soluzione per quanto riguarda il reidratare l’organismo, integrando il giusto apporto di liquidi e sali minerali richiesti dal fabbisogno giornaliero. Proprio per questo motivo, Hydro è consigliato soprattutto a chi soffre il caldo ed è costantemente affaticato dalla propria sudorazione eccessiva, che per definizione tende a disperdere un alto livello di liquidi.

Vitaviv permette quindi di combattere gli effetti di tale grave dispersione, riequilibrando il flusso di liquidi nell’organismo e permettendo all’utente di restare più idratato rispetto al normale.

Tale azione rinvigorente è possibile grazie soprattutto a potassio, sodio, vitamina C, B6, B12 e Niacina, i quali rappresentano elementi fondamentali sia per gli sportivi che per le persone “comuni”, soprattutto durante i mesi estivi più caldi e faticosi da superare senza il giusto apporto e aiuto di cui si ha concretamente bisogno.

Mantiene il suo carattere naturale grazie a componenti come l’estratto di Ciliegio Peduncolo e le Foglie di Betulla.

  • Pro
  • proPerfetto per la sudorazione eccessiva
  • proReintegra i liquidi perduti
  • proIntegratore perfetto per sportivi o per chi patisce il caldo
  • Contro
  • controUna confezione contiene solo 10 bustine

Tabella di comparazione dei migliori integratori per stanchezza

trofeo
1
FreeFire Energy
FreeFire Energy

Questo prodotto è disponibile solo nel suo sito ufficiale e non è disponibile la comparazione di prezzo

trofeo
2
trofeo
3
Hydro VitavivproductAlt
Hydro Vitativ
Contenuto
60 capsule20 bustine da 6 g20 bustine;36 bustine;24 bustine20 bustine10 bustine
Raccomandazioni
2 capsule al giorno;1/2 bustine al giorno;1 bustina al giorno a stomaco pieno;Massimo 2 bustine al giorno dopo i pasti;2 bustine al giorno sciolte nell'acqua1 bustina al giorno, per bocca o sciolta in acqua1 o 2 bustine al giorno
Ingrediente Principale
Estratto di foglie di the verde, di cui polifenoliCreatina anidra; sodio fosfato monobasico anidro; potassio fosfato monobasico ecc...Potassio citrato e magnesio.Citrato di Magnesio; Gluconato di Potassio; Correttore di acidità.SaccarosioVitamina B Fosfoserina Glutammina.Elettroliti e Vitamina C.
Formula
CapsulaIn polvere, da sciogliereIn polvere, da sciogliere in 1 bicchiere d'acquaIn polverePolvereIn polverePolvere
Benefici
Azione diretta contro stanchezza e stressContro stress ed affaticamento da caldo intensoIntegratore con sali minerali per affaticamento, anche per diete ipocaloriche o ipoglucidichePer stanchezza e fatica  fisicaCompensazione energetica dovuta a grossi sforzi fisiciRiequilibrazione mentale per affaticamento psicologicoIdratazione rapida e reintegrazione dei liquidi perduti
Scrolla qui

Cos’è la stanchezza e perché è un problema comune

Quotidianamente si parla spesso di stanchezza fisica, spossatezza e stanchezza mentale, tutte condizioni che sono in grado di rovinare un’intera giornata di lavoro o di studio, inficiando sulle prestazioni dell’utente anche nelle attività più banali. Nonostante se ne parli molto, però, non tutti capiscono bene la natura e le origini di queste problematiche, seppur si tratti di banalità.

Cos’è la stanchezza? Perché è un problema così comune?

Cos'è la stanchezza e perché è un problema comune

La stanchezza è una condizione psicofisica comune caratterizzata da una sensazione di indebolimento e perdita delle energie, che può coinvolgere sia il campo fisico che quello mentale dell’utente che la prova. Mancanza di energie ed affaticamento sono i sintomi più comuni della stanchezza, che appunto priva la persona delle energie basilari per compiere azioni, attività, lavori e simili.

Perché si tratta di un problema così comune?

Ad oggi, la vita è molto diversa rispetto a com’era cinquant’anni fa, e il suo carattere frenetico, veloce e sempre ricco di sfide è già di per sé un ambiente stancante all’interno del quale vivere. La frequenza della stanchezza può però essere dovuta ad altre decine di fattori comuni tra le persone di ogni genere ed età, come ad esempio:

  • Mancanza e problemi nella gestione del sonno;
  • Stress da studio/lavoro;
  • Alimentazione sbagliata;
  • Mancanza di esercizio fisico;
  • Cattive abitudini;
  • Cambio stagionale;
  • Condizioni cliniche.

La stanchezza, di base, non è di certo un problema grave e per il quale preoccuparsi, ma bisogna comunque tenere a mente che può anche far riferimento a delle condizioni cliniche e mediche molto particolari, per le quali sarebbe necessario il consulto di un medico. Quando esistono dei dubbi in merito alle origini della propria stanchezza, chiedere un consulto è sempre la scelta migliore.

 

Cambi di stagione e spossatezza

Al di là della stanchezza analizzata nel paragrafo precedente, tuttavia, bisogna anche essere coscienti della spossatezza da cambio stagione, una condizione molto simile nella sintomatologia ma comunque dovuta ad una causa molto diversa, esterna rispetto a quelle che caratterizzano le comuni costruzioni di stanchezza. La spossatezza (mancanza di energie e forze in maniera episodica o duratura) può infatti derivare anche dal cambio stagione.

Cambi di stagione e spossatezza

Quando si cominciano a percepire problemi come mal di testa, mal di schiena, problemi di concentrazione e, appunto, spossatezza e stanchezza, la causa potrebbe provenire proprio dal clima attorno a noi.

Il cambio stagione è infatti una delle cause principali di stanchezza e spossatezza. Questa situazione si chiama, clinicamente, astenia, e colpisce statisticamente 2 persone su 10. Tale condizione è molto più frequente nel cambio stagionale che intercorre tra l’inverno e la primavera, in cui si allungano le ore di luce a disposizione ed il corpo viene sensibilmente destabilizzato dalla sua tradizionale routine.

Tale passaggio e modifica del clima mette “in crisi” il sistema immunitario e quelle nervoso, che si deve dunque riabituare alla situazione percepita come nuova.

In questo caso, assumere degli integratori pensati appositamente per combattere questa situazione è una scelta comoda, in quanto il mercato ne è abbastanza fornito ed invaso continuamente dalle richieste.

 

Stanchezza fisica vs Stanchezza mentale

Come abbiamo avuto modo di approfondire anche attraverso la nostra classifica degli integratori, la stanchezza generale può essere suddivisa in due principali macroaree, che hanno a che fare con due componenti della vita quotidiana molto importanti. Sarà infatti possibile parlare di stanchezza fisica e stanchezza mentale, dove questo “distacco” tra le due non deve per forza essere correlato.

Stanchezza fisica vs Stanchezza mentale

La stanchezza fisica è una condizione psicofisica che porta la persona ad un indebolimento costante e ad una perdita delle forze considerevole, che portano l’utente a richiedere un momento di riposo. La stanchezza fisica si avverte dunque, principalmente, attraverso sintomi come l’affaticamento muscolare, debolezza diffusa, pesantezza degli arti, dolore e difficoltà nel compimento di attività fisiche anche basilari, come camminare o correre.

Questo tipo di stanchezza può quindi derivare da situazioni di grande sforzo fisico, come l’attività sportiva, ma anche provenire – più banalmente – da mancanza di sonno o dieta sana, attività giornaliere fisicamente estenuanti e simili.

Una condizione che, sotto certi aspetti, è molto simile rispetto alla stanchezza mentale.

La stanchezza mentale è invece una condizione psichica e mentale dell’utente che si manifesta sotto forma di confusione, difficoltà nella concentrazione, problemi nelle prestazioni di tipo cognitivo, irritabilità, ansia e paura, tensione mentale e così via. Seppur possa sembrare banale, in realtà questo tipo di stanchezza non è assolutamente da sottovalutare, poiché potrebbe condurre a situazioni cliniche anche molto delicate.

Tra le cause più comuni della stanchezza mentale ricordiamo:

  • Sforzi cognitivi di livello intenso, o prolungato;
  • Stress emotivo;
  • Eccessivo lavoro/studio;
  • Concentrazione eccessiva su task e compiti complessi;
  • Problemi emotivi e decisioni pesanti.

 

Stanchezza cronica

Avete mai sentito parlare di stanchezza cronica?

Anche in questo caso, parliamo di una tipologia di stanchezza frequente, che risulta essere una sorta di combinato tra le due tipologie di stanchezza viste nel paragrafo precedente. In questo caso, tuttavia, la stanchezza cronica è una condizione anormale, percepita dalla persona che la prova come eccessiva ed esagerata rispetto ad una stanchezza “normale”, e dunque fuori luogo in quel contesto.

La stanchezza cronica è una condizione di stanchezza persistente e durevole nel tempo, che non può tuttavia essere associata ad alcun problema di tipo medico.

La sua anormalità caratterizza il suo carattere cronico; un livello di stanchezza enormemente sproporzionato rispetto a quelle che sono state le attività fisiche o mentali svolte dall’utente, per le quali non ci si dovrebbe ridurre in uno stato di stanchezza così eccessivo. Ci si sente pervasi da debolezza, difficoltà di attenzione e concentrazione, affaticamento muscolare e dolori, nonché da sonno che tuttavia non riposa affatto.

La stanchezza cronica viene spesso curata e gestita attraverso interventi di psicoterapia mirata, e secondo prescrizioni che derivano da un’analisi psicologica approfondita che ne determina le cause.

In questi casi, gli integratori fanno ben poco.

 

Perché scegliere gli integratori per combattere la stanchezza

La soluzione principale che aiuta le persone a combattere direttamente la stanchezza è caratterizzata, come abbiamo ampiamente compreso, dagli integratori. Generalmente, tuttavia, la stanchezza può (e dovrebbe) essere combattuta solo intervenendo sul proprio stile di vita, modificando abitudini e modi di vivere, che sono spesso la principale causa di queste sensazioni.

Perché scegliere gli integratori per combattere la stanchezza

Gli integratori, però, sono una soluzione ottimale per aiutare il corpo a riprendersi più in fretta, visto e considerato che hanno proprio lo scopo di integrare quelle sostanze assenti nell’organismo ed utili alla vitalità ed all’energia. Quelli che vengono introdotti nel sistema sono dunque nutrienti e sostanze protettive che possono portare a diversi benefici generali, come ad esempio:

  • Riduzione del senso di stanchezza;
  • Lavoro sulla regolazione del metabolismo energetico;
  • Riduzione dell’influenza dell’astenia sull’umore;
  • Miglioramento delle performance fisiche e mentali;
  • Maggior resistenza all’affaticamento;
  • Miglioramento delle difese immunitarie;
  • Miglioramento del funzionamento del sistema nervoso.

Tra le sostanze maggiormente impiegate all’interno di diverse tipologie di integratori ricordiamo ginseng, zinco, vitamina B6, melatonina, vitamina C, creatina, ferro, vitamina B12, tè verde, coenzima Q10, caffeina, magnesio e potassio, vitamina B2, Rhodiola rosea, acido folico.

 

Tipologie di integratori stanchezza fisica e mentale

Diventa chiaro dunque come, diverse tipologie di stanchezza, richiedano anche diverse tipologie di integratori stanchezza fisica e mentale. Come abbiamo già visto con la nostra lista, esistono davvero tantissimi tipi di integratori di questo genere, ognuno di essi differenziato dall’altro soprattutto per via dei suoi componenti, delle sue caratteristiche speciali e delle sue capacità di relazionarsi con l’organismo e con le diverse problematiche.

Tra le tipologie di integratori più comuni ricordiamo, ad esempio, gli integratori a base di vitamine e minerali, quelli a base di erbe e multivitaminici, come anche quelli energetici.

Vediamoli più nel dettaglio con la seguente panoramica.

 

Integratori a base di vitamine e minerali

Gli integratori a base di vitamine e minerali sono, con molta probabilità, la tipologia di integratori per la stanchezza maggiormente acquistati e selezionati dagli utenti. Gli integratori di questo tipo sono dei concentrati che forniscono una dose specificatamente concentrata di determinate vitamine e sali minerali, i quali sono fondamentali sia per l’integrazione energetica che per quella dei liquidi.

Integratori a base di vitamine e minerali

In realtà, in base al tipo di vitamina che si integra, gli effetti possono essere anche molto diversi tra di loro, aiutando comunque ad integrare la carenza di specifici nutrienti che hanno condotto alla stanchezza che si sta cercando di combattere.

Tra le vitamine più comuni che troviamo negli integratori troviamo tutte quelle del ramo B e C.

Il calcio, il magnesio, il ferro, il potassio e lo zinco sono invece i sali minerali più comuni inseriti nelle formulazioni standard di moltissimi integratori di questo genere.

Gli scopi di un’assunzione di questo tipo sono dunque disparati e possono variare da una semplice carenza di nutrienti ad un più mirato miglioramento della salute generale, che richiede l’apporto di determinate vitamine per essere condotta in maniera migliore.

Spesso, questi integratori combattono la stanchezza da afa e caldo.

Sicuramente uno dei sali minerali importanti per combattere la stanchezza è il ferro, per approfondi come agisce sul nostro organismo e quali sono i migliori integratori di ferro sul mercato abbiamo scritto un contenuto sul nostro sito.

Integratori a base di erbe

Su un ramo più naturale e “bio” dell’argomento troviamo invece gli integratori a base di erbe.

Questi sono integratori specifici che vengono realizzati attraverso l’estrazione di enzimi, liquidi e sostanze direttamente dalle piante che li producono, in maniera tale da realizzare degli integratori ad impatto zero che sono completamente naturali. Questi contengono dunque estratti naturali a freddo o secondo altre tecniche, ed hanno spesso lo scopo di alleviare stanchezza ed altre sintomatologie con il loro apporto terapeutico.

Gli integratori a base di erbe possono perciò derivare da un numero vastissimo di piante adottate in campo medico sin da tempi antichi, tra le quali ricordiamo ad esempio l’echinacea, il ginseng, la curcuma, la valeriana, la camomilla, il ginkgo biloba e l’estratto di foglie di olivo.

Tra i principali obiettivi terapeutici troviamo quindi azioni dirette sulla gestione dello stress lavorativo e giornaliero, il miglioramento del sonno dopo lunghi periodi di insonnia e persino il rafforzamento del sistema immunitario e nervoso.

 

Integratori multivitaminici

In maniera molto simile agli integratori con vitamine e minerali, i multivitaminici rappresentano una diretta evoluzione dello stesso formato. Come dice il nome, infatti, questi speciali integratori possono contenere diverse tipologie di vitamine al loro interno, così come anche di sali minerali e sostanze affini, rappresentando quindi un concentrato energetico molto potente.

Integratori multivitaminici

Questi sono pensati per coprire un ampio spettro di carenze nutrizionali, sfruttando la comodità di un’unica formula che possa coprire l’intero apporto richiesto.

Tra le principali sostanze che questi integratori contengono ricordiamo:

  • Vitamina A;
  • Vitamine del complesso B (come B1, B2, B3, B6, B12);
  • Vitamina C;
  • Vitamina D;
  • Vitamina E;
  • Vitamina K;
  • Calcio;
  • Ferro;
  • Magnesio;
  • Zinco;
  • Rame.

Questo genere di integratori sono principalmente consigliati a chi segue una dieta molto sbilanciata, e che dunque ha necessità di integrare la maggior parte delle sostanze nutrienti necessarie al solo fine di migliorare le condizioni generali di vita dell’utente stesso. Affaticamento ed indebolimento vengono quindi combattuti anche in questo modo, soprattutto nei casi in cui i nutrienti menzionati sono quasi totalmente assenti.

 

Integratori energetici

Infine, l’ultima tipologia di integratore che vediamo oggi è l‘integratore energetico.

Questo speciale tipo di integratore è stato concepito principalmente con il solo scopo di aumentare temporaneamente i livelli di energia dell’utente, con lo scopo di combattere la stanchezza e di conferire un ulteriore sprint prima di cedere completamente. Gli integratori energetici contengono solo sostanze in grado di influenzare completamente il metabolismo ed il sistema nervoso, contribuendo al boost di energia.

La caffeina e la taurina sono gli elementi principali che caratterizzano questo genere di integratori, i quali stimolano il sistema nervoso conferendo all’utente uno sprint in concentrazione, vigilanza ed attenzione.  Si tratta di energetici molto comuni, d’altronde, impiegati anche in bevande energetiche note.

Gli integratori energetici vanno tuttavia utilizzati ed adottati con cautela, proprio poiché possono condurre ad effetti collaterali come agitazione, nervi, disturbi del sonno e palpitazione.

 

Come scegliere il giusto integratore contro la stanchezza

Ora che abbiamo una panoramica piuttosto completa di quello che sono gli integratori contro la stanchezza, è giunto il momento di analizzare più da vicino come scegliere il giusto integratore, andando a vedere quali sono i fattori fondamentali da focalizzare durante una selezione accurata.

Premessa: un consulto medico può sempre essere una scelta saggia quando si parla di integratori.

Come scegliere il giusto integratore contro la stanchezza

Detto ciò, per comprendere correttamente quale integratore scegliere bisogna valutare:

  • Le cause della stanchezza: con determinati integratori si agisce su determinate tipologie di stanchezza, le quali saranno differenti sulla base delle cause scatenanti. Comprendere la causa della propria stanchezza è fondamentale: stress, cattiva alimentazione o mancanza di sonno richiederanno infatti un integratore diverso rispetto a quello richiesto da una stanchezza da afa o da caldo;
  • La dieta: spesso e volentieri, un integratore ha lo scopo di integrare nutrienti assenti nella propria dieta, la cui assenza conduce alla stanchezza. Se si ritiene che la dieta sia il motivo per cui si è stanchi, cercare di scoprire quale nutriente non viene assunto permetterebbe di restringere la cerchia, e di orientarsi verso integratori specifici;
  • Il formato: infine, il formato dell’integratore potrebbe avere un certo peso per determinati utenti. Sul mercato si trovano quindi integratori sotto formato pillole o bustine, i quali cambiano sensibilmente la forma di assunzione. Scegliete quello che preferite e procedete.

 

Quando consultare il medico

Quando arriva il momento di consultare un medico?

In precise situazioni, il supporto di un integratore scelto in autonomia potrebbe non bastare a combattere la stanchezza. Proprio per questo motivo, bisogna imparare a riconoscere queste situazioni, in maniera tale da comprendere quando è il momento di affidarsi ad un consulto medico.

Quando consultare il medico

In genere, il parere di un dottore diventa importante quando la stanchezza diventa persistente o cronica. Se, nonostante qualsiasi tentativo, la stanchezza rimane per settimane (o addirittura mesi), potrebbe esserci qualcosa che non và. La stanchezza cronica può infatti essere sintomo di qualche condizione medica particolare, che andrebbe diagnosticata per tempo.

Allo stesso tempo, l’assistenza medica potrebbe essere provvidenziale se le sensazioni di stanchezza sono improvvise e molto gravi, arrivano senza alcuno sforzo e sono accompagnate da dolori, difficoltà a respirare e simili.

Ancora, richiedere un parere medico sarebbe sensato quando la stanchezza è da associare a condizioni mediche di cui si è già noti, come una malattia pregressa o condizioni di salute inclini a tale situazione.

 

Altri Modi per Combattere la Stanchezza

Alla ricerca di altri modi per combattere la stanchezza? Potrebbe sembrare banale e ridondante – alla fine di questa guida – ma tutto parte da un corretto stile di vita e da abitudini sane, che non inficino sul sistema immunitario e che non consumino eccessivamente le energie. In questo caso, dunque, la prima cosa da fare per combattere da soli la stanchezza è ricercare un sonno di qualità.

Dormire bene è fondamentale negli adulti. Non bisogna mai ridurre le proprie ore di sonno a favore di produttività o divertimento: si tratta di uno degli aspetti fondamentali della vita di un uomo, importante tanto quanto dieta o esercizio fisico.

Gli integratori devono infatti essere considerati come un plus, qualcosa che permetta di raggiungere più facilmente gli obiettivi ma che non sia una semplice scorciatoia per l’ottenimento dei benefici auspicati.

Vediamo meglio i principali metodi per combattere la stanchezza senza integratori.

 

L’importanza di un sonno di qualità

Come abbiamo detto, perciò, l’importanza di un sonno di qualità è fondamentale per ridurre la sensazione di stanchezza, se non per eliminarla completamente.

In un adulto, la ricerca del sonno di qualità parte dalla sua durata: mediamente 7/9 ore a notte, che fanno riferimento ad utenti over 25. Non bisogna mai ridurre o abbassare le ore di sonno che sono necessarie, nemmeno a favore di produttività, lavoro, amici o famiglia. Il sonno è una delle componenti primordiali dell’essere umano ed uno dei fattori principali che inficiano sulla stanchezza.

L'importanza di un sonno di qualità

Non bere caffè prima di dormire, fissa una routine che anticipi il sonno, sfrutta il colore delle luci attorno a te e lavora sul rilassamento dei muscoli: sarai in grado di addormentarti in maniera rapida, efficace e funzionale.

Non riesci a dormire? Scopri ora la classifica dei migliori integratori per dormire e trova ora la pace nel tuo sonno più profondo!

Un corpo riposato è un corpo forte, il quale sarà in grado di affrontare tutte le sfide giornaliere con la giusta carica ed il giusto livello di attenzione.

 

Alimentazione equilibrata

Abbiamo ribadito più volte che l’alimentazione è fondamentale per chi desidera allontanare la stanchezza senza l’utilizzo di integratori. Questi sono infatti pensati per integrare delle sostanze che, per un motivo o per un altro, non vengono integrate nell’organismo. Queste dovrebbero invece far parte di un piano di alimentazione corretto ed equilibrato, e qualora non fosse così si dovrebbe correre ai ripari.

Alimentazione equilibrata

Consultare degli esperti per una dieta equilibrata può ad esempio essere una buona idea.

Ciò permetterebbe di focalizzare, in base alle proprie necessità, quelli che sono gli alimenti base della propria costituzione, i quali permetterebbero dunque di ottenere maggiori risultati semplicemente con colazione, pranzo e cena.

Bisognerebbe perciò rispettare gli orari e le porzioni, mangiare solo sano e poco artificiale, cercando soprattutto i prodotti locali, biologici e non lavorati chimicamente.

Frutta, verdura e acqua sono la bibbia di chi non vuole essere stanco, in quanto i principali sedimenti all’interno dei quali si trovano queste sostanze.

 

Esercizio fisico

Infine, l’ultimo metodo fondamentale per allontanare la stanchezza senza integratori è costituito dall’esercizio fisico.

Banalmente, la cura del proprio corpo va fatta sia all’interno che all’esterno, tonificando i muscoli e lavorando direttamente su quelle che sono le proprie funzionalità fisiche dovute all’affaticamento diretto dell’impianto osseo, muscolare e simili.

Esercizio fisico

Ecco dunque che anche semplicemente il cardio diventa un’arma fondamentale per il trattamento della stanchezza: migliorare il livello di resistenza agli sforzi fisici permette di stancarsi meno e meno in fretta, potendo quindi eseguire degli sforzi fisici più a lungo senza subirne (almeno subito) le conseguenze dirette. Palestra ed autonomia sono i momenti principali, ed è chiaro che anche cadenzare questo tipo di allenamento sia fondamentale per mantenere ritmo e routine.

faq
Domande Frequenti

Staff di Comprissimo

Comprissimo.it è la tua guida fidata per le scelte migliori. Siamo una piattaforma di comparazione dedicata a semplificare le tue decisioni, offrendoti classifiche e recensioni di prodotti e servizi di alta qualità. Il nostro team di esperti lavora instancabilmente per garantirti risparmi di tempo, denaro e problemi, in modo che tu possa fare scelte informate con fiducia.